Marcello Simoni: «Scrivo libri storici dai ritmi avventurosi»

Il personaggio

Nostra intervista ad uno dei romanzieri italiani più amati, con vendite milionarie e traduzioni in diciotto Paesi che ha da poco pubblicato L’enigma dell’abate nero, (Newton Compton), terzo capitolo della «Secretum Saga» ambientato nel Quattrocento e con protagonista il giovane ladro Tigrinus.

 Marcello Simoni: «Scrivo libri storici dai ritmi avventurosi»
© Maurizio Cinti

Marcello Simoni: «Scrivo libri storici dai ritmi avventurosi»

© Maurizio Cinti

Otto anni fa Marcello Simoni vinceva il 60° Premio Bancarella col romanzo d’esordio Il mercante di libri maledetti. Formatosi come archeologo e poi bibliotecario, oggi è tra i romanzieri d’avventura più amati d’Italia, autore da oltre un milione e mezzo di copie solo nella Penisola e traduzioni in diciotto Paesi. Tra le sue più recenti uscite c’è L’enigma dell’abate nero, edito...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1