Max Gazzé e le teorie matematiche di Leonardo

La recensione

Dopo l’avventura sanremese il poliedrico artista romano pubblica un album di canzoni argute, registrate «alla vecchia maniera» assieme gli amici della Magical Mystery Band nelle quali, oltre a svelare il perché di alcuni travestimenti all’Ariston mette in mostra una «forza tenace e antica»

Max Gazzé e le teorie matematiche di Leonardo
Max Gazzé (53 anni). «La matematica dei rami» è il suo undicesimo album da solista.

Max Gazzé e le teorie matematiche di Leonardo

Max Gazzé (53 anni). «La matematica dei rami» è il suo undicesimo album da solista.

Ha divertito tutti, Max Gazzè, durante l’ultimo Festival di Sanremo. Più che per Il farmacista, il brano in gara, per la scelta di camuffarsi diversamente in ogni sua apparizione sul palco dell’Ariston. È stato Leonardo e Dalì e in finale, quando sembrava essere sé stesso, solo più pettinato e sbarbato, come un Clark Kent che diventa Superman e si lancia sulla gente (con esiti, va detto, disastrosi). Poi, però, c’è l’album e lì la simpatia del cantautore e musicista non si vede.

La matematica dei rami non tradisce le aspettative con il suo pop arguto e intelligente dove trova una collocazione, fortunatamente, la versione di Del mondo dei CSI portata sempre a Sanremo, assieme a Daniele Silvestri, che è presente in tutto il disco. Con lui quella Magical Mystery Band che, al di là del chiaro riferimento...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1