Nick Cave tra poesia e strategie commerciali

recensione

Esce solo in formato digitale «Carnage», il nuovo lavoro realizzato dall’artista australiano assieme al suo fido collaboratore Warren Ellis, che rimanda di qualche mese, per ragioni di puro calcolo economico, l’attesa pubblicazione su compact e vinile

Nick Cave tra poesia e strategie commerciali
Nick Cave e Warren Ellis: una collaborazione che dura ormai da un quarto di secolo. /© Shutterstock

Nick Cave tra poesia e strategie commerciali

Nick Cave e Warren Ellis: una collaborazione che dura ormai da un quarto di secolo. /© Shutterstock

Dici Nick Cave e pensi alla poesia, all’intensità, alla profondità dei testi del grande autore australiano e, naturalmente, alla forza delle sue performance. Invece, per parlare di Carnage, il suo nuovo album, eccoci ad affrontare un discorso di marketing. Accade infatti che, per la seconda volta, dopo Ghosteen di due anni fa, la sua nuova opera venga pubblicata in digitale, con il disco fisico disponibile solo qualche tempo dopo: in questo caso si parla addirittura del 31 maggio, circa tre mesi di distanza.

Come si spiega questa scelta che a qualcuno sembra insensata? In realtà si tratta di un calcolo oculatissimo e tutt’altro che folle. La musica, oggi, viaggia in digitale, inutile negarlo e, quindi, è più che un obbligo rendere disponibili i brani per o streaming o il digital download (opzione,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1