Per il Festival Diritti Umani il dibattito è essenziale

Cinema

Lo afferma Antonio Prata, direttore artistico della manifestazione che si apre mercoledì a Lugano

 Per il Festival Diritti Umani il dibattito è essenziale
«Im Feuer».

Per il Festival Diritti Umani il dibattito è essenziale

«Im Feuer».

 Per il Festival Diritti Umani il dibattito è essenziale
«Welcome to Chechnya».

Per il Festival Diritti Umani il dibattito è essenziale

«Welcome to Chechnya».

Prende il via mercoledì 14 ottobre con due proiezioni al Cinestar (alle 17.45 Im Feuer e alle 20.30 Welcome to Checnya) la 7. edizione del Film Festival Diritti Umani di Lugano che proseguirà fino a domenica 18 con appuntamenti anche a Bellinzona, Locarno e Mendrisio. Per saperne di più su programma e intenti di questa manifestazione che si tiene in un momento particolare, abbiamo interpellato il direttore artistico Antonio Prata.

Il 2020 si sta rivelando un anno molto difficile per tutti i festival. C’è stato un momento in cui avete temuto di dover annullare tutto?

«Sì, anche perché entravamo nel vivo dell’organizzazione del festival proprio in primavera, quindi nel pieno del lockdown. La Fondazione Diritti Umani ha sempre avuto l’intenzione di tenere il festival, al nostro interno abbiamo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Morto il fotografo Frank Horvat

    lutto

    Il reporter è deceduto all’età di 92 anni - Durante l’adolescenza si trasferì con i genitori a Lugano per sfuggire al fascismo

  • 2

    Sfregiate 70 opere nei musei di Berlino

    germania

    Sono stati colpiti il museo di Pergamo, l’Alte Nationalgalerie e il Neues Meseum - Sospettato è un 39.enne che ha definito uno dei centri il «Trono di Satana» sede di «satanisti e dei criminali del coronavirus»

  • 3
  • 4

    Lutto nel mondo del rock: è morto Spencer Davis

    Musica

    Si è spento ad 81 anni a seguito di una crisi cardiaca uno dei grandi protagonisti del brit-rock degli anni Sessanta – Con il suo gruppo, nel quale militava il giovanissimo Steve Winwood, ha portato al successo brani leggendari come «Gimme Some Lovin’» «Keep On Riunning» e «I’m A Man»

  • 5
  • 1
  • 1