Anniversari

Quando il Ticino era il crocevia dell’opera

Cento anni fa morivano alcuni grandi personaggi della lirica legati al nostro Paese

Quando il Ticino era il crocevia dell’opera
Ruggero Leoncavallo con la moglie Berthe nel giardino di Villa Myriam a Brissago.

Quando il Ticino era il crocevia dell’opera

Ruggero Leoncavallo con la moglie Berthe nel giardino di Villa Myriam a Brissago.

LUGANO - Poteva bene darsi delle arie, cent’anni fa, il Ticino. Poteva piangere lacrime liriche, versare commozione in do di petto, far risuonare gorgheggi di partecipazione. Morivano infatti proprio nel cruciale 1919 tre grandi dell’opera che, in un modo o nell’altro, si erano voluti connettere al suo territorio. Con racconti letterari illustrati di righi, chiavi, tempi, scale,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1