Quando la musica porta alla luce differenze e similitudini

Castellinaria

Nel lungometraggio di produzione tedesca «Crescendo - #makemusicnotwar»

 Quando la musica porta alla luce differenze e similitudini
Il film è inserito nel concorso Young del festival © CCC FILMKUNST

Quando la musica porta alla luce differenze e similitudini

Il film è inserito nel concorso Young del festival © CCC FILMKUNST

 Quando la musica porta alla luce differenze e similitudini

Quando la musica porta alla luce differenze e similitudini

La 33. edizione di Castellinaria si è aperta sabato scorso con un concerto trasmesso online. E sotto il segno della musica - filo conduttore che è al centro anche della mostra visitabile sul sito del festival - si pone anche quello che, in condizioni normali, avrebbe dovuto essere il lungometraggio inaugurale: Crescendo #makemusicnotwar, produzione tedesca diretta da Dror Zahavi e inserita nella selezione del concorso Young.

Linguaggio universale?

La musica viene spesso descritta come un linguaggio universale, in grado di unire i popoli di lingua e cultura diverse. Ma è sempre così? Esistono situazioni in cui pregiudizi, fratture etniche o sociali, se non addirittura conflitti armati che si protraggono da decenni, sono più forti del potere delle note, tanto potenti da impedire che si sviluppi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 2

    Nelle quadrerie dei Riva

    Arte

    La Pinacoteca Züst di Rancate ospita una mostra originale che, anche grazie ad un innovativo allestimento, getta uno sguardo inedito sul collezionismo privato nella Lugano dei secoli dell’Ancien Régime e, poi, dell’ Ottocento
    Partendo dal caso emblematico di uno dei più antichi e influenti casati della regione e dai tesori delle sue patrizie dimore

  • 3

    I sogni e le illusioni di Youri, ultimo abitante della Cité Gagarine

    castellinaria

    l film francese diretto dagli esordienti Fanny Liatard e Jérémy Trouilh e ambientato nella città satellite dell’ex «cintura rossa parigina» è visibile sul sito del festival a conclusione di una rassegna, vinta dal film d’animazione «I racconti di Parvana» e confermatasi di eccellente livello

  • 4

    Castelli di Bellinzona: attrazione mondiale

    L’anniversario

    Nel weekend porte aperte alle tre roccaforti per celebrare i 20 anni dall’iscrizione fra i Patrimoni mondiali dell’UNESCO – È l’occasione per (ri)scoprire la loro storia e le loro peculiarità

  • 5
  • 1
  • 1