Quando Miles cambiò la tromba nel jazz

Musica

È in programmazione su Netflix e disponibile in DVD «Birth of the Cool» appassionante documentario di Stanley Nelson che aggiunge interessanti dettagli, artistici ma anche umani, su una personalità fondamentale nello sviluppo e nell’evoluzione della scena improvvisata

Quando Miles cambiò la tromba nel jazz
Miles Davis (1926 - 1991). © Express Newspapers/Getty Images

Quando Miles cambiò la tromba nel jazz

Miles Davis (1926 - 1991). © Express Newspapers/Getty Images

Fiorita quasi per strada, come componente di spicco delle numerose, ampie, pittoresche bande e fanfare che precorrevano le strade di New Orleans per feste e celebrazioni civili, come il Carnevale, o per processioni e per riti funebri, la tromba jazz deve i suoi natali a Buddy Bolden, un musicista rimasto ai confini tra mito e realtà per via del fatto che di lui, a parte numerose ammirate testimonianze verbali, non restano documenti discografici. È negli anni Venti, l’età di Al Capone e del Proibizionismo, di Francis Scott Fitzgerald e del charleston, che la tromba jazz cresce e si afferma, col clarinetto e la batteria, quale strumento-simbolo di un genere unico e fondamentale del panorama musicale contemporaneo. E, questo, lo si deve soprattutto a Louis Armstrong, che, a parte le originali...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1