Quando una donna non si sente madre

Primecinema

«Barbara Adesso» è il primo lungometraggio di fiction della regista ticinese Alessandra Gavin-Müller

 Quando una donna non si sente madre
Cristina Zamboni è la protagonista del film.

Quando una donna non si sente madre

Cristina Zamboni è la protagonista del film.

Barbara Adesso, primo lungometraggio della regista ticinese Alessandra Gavin-Müller prodotto da Amka Films con RSI, è un esempio di film realizzato con un budget molto ridotto anche per le nostre latitudini che sa però affrontare un tema di attualità senza per questo «scivolare» verso l’opera a tesi. Non è un caso che in occasione della recente anteprima nell’ambito del festival luganese Other Movie, la proiezione sia stata preceduta da un dibattito sul futuro della famiglia. Al centro della narrazione c’è la figura di Barbara (l’attrice ticinese Cristina Zamboni, finora attiva soprattutto in teatro), madre non più giovanissima che, da un giorno all’altro, prende la decisione di abbandonare marito e figlia piccola per iniziare una nuova vita. Un’esistenza basata sul lavoro di architetto, nella quale non c’è più posto per quell’istinto materno che forse non ha mai avuto. Una situazione che, come si scoprirà nel corso del film, non è altro che una coazione a ripetere: la madre di Barbara infatti non apre mai la porta di casa quando la figlia – spesso nei peggiori momenti di crisi – va a trovarla. La regista, che ha alle spalle una lunga esperienza di documentarista, in Barbara Adesso sovrappone l’ispirazione autobiografica (il marito e la figlia della storia sono la sua vera famiglia) a un punto di vista in stretta relazione con le tematiche sociali di oggi. Una scelta che non influenza la drammaturgia ma pone lo spettatore di fronte a domande importanti che nel film non ricevono (giustamente) risposta. Un’opera low low budget, che ogni tanto mostra la corda per i pochi mezzi e lo scarso tempo a disposizione, ma che è animata da una tensione sotterranea sempre sul punto di esplodere.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Nel regno del ghiaccio e della computer grafica

    Cinema

    È già un grande successo il secondo capitolo della saga d’animazione Frozen «Il segreto di Arendelle» che tra mirabolanti effetti speciali prosegue nella narrazione delle avventure della regina Elsa, della principessa Anna e del buffo pupazzo di neve Olaf

  • 2
  • 3
  • 4

    Come alla corte del Re Sole

    Concerti

    Torna, venerdì 6 dicembre (ore 20.30) al LAC di Lugano il celebre musicista e direttore d’orchestra catalano Jordi Savall – Alla testa dell’ensemble Le concert des Nations, si cimenterà con un repertorio cameristico che spazia tra autori del Cinquecento e del Settecento francese

  • 5

    T contro T, il match di ritorno

    Il libro

    A due anni dal primo è fresco di stampa il nuovo dibattito epistolare fra Tito Tettamanti e Alfonso Tuor su disuguaglianza, disagio, democrazia – La visione ottimista del finanziere e quella pessimista del giornalista, con un minimo comune denominatore: viviamo in un’epoca di forte instabilità – La presentazione ufficiale del volume, alla presenza dei due autori, lunedì 9 dicembre (ore18.00) nella Sala San Rocco di Lugano

  • 1
  • 1