Quentin Tarantino senza i puntini

Narrativa

Il grande regista americano ritorna alla sua Hollywood con un fantasmagorico romanzo che solo in apparenza è il riadattamento del suo ultimo film ma che si rivela invece un inno alla forza dell’immaginazione

Quentin Tarantino senza i puntini
© REUTERS/Mike Blake

Quentin Tarantino senza i puntini

© REUTERS/Mike Blake

Per usare il suo gergo si potrebbe cantargliele così: «Quentin, lurido bastardo, non sei soltanto un regista maledettamente bravo ma sei anche un fottutissimo scrittore di successo!». E avremmo condensato il nostro pensiero su C’era una volta a Hollywood, romanzo d’esordio, rigorosamente senza i puntini, del film strepitoso che il nostro ci ha regalato nel 2019. E proprio dietro quell’assenza sta gran parte della forza di un formidabile lampo di narrativa contemporanea. Tradotto con maestria da Alberto Pezzotta, il romanzo infatti non è come si potrebbe di primo acchito pensare una semplice novelization del film con DiCaprio, Pitt e Margot Robbie. Anzi. Se ne discosta. Ne approfondisce aspetti là solo accennati, ne risolve i nodi in maniera talvolta sorprendente. Insomma, senza poter naturalmente...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 2

    È morto Willie Garson

    Lutto

    L’attore, divenuto popolare con la serie tv «Sex and the City», si è spento all’età di 57 anni

  • 3
  • 4

    «Da quella mia intervista a bin Laden all’Afghanistan di oggi»

    festival endorfine

    Hamid Mir, giornalista pakistano noto per essere l’unico ad aver ottenuto un colloquio con il leader di al-Qaida dopo l’attentato dell’11 settembre, ci fornisce alcuni spunti per un’analisi più dettagliata di quanto sta accadendo nel Paese - «Non ci sono altre opzioni, bisogna dialogare con i talebani per aiutare la popolazione afghana»

  • 5

    Buon compleanno, Ivano Fossati

    musica

    Dieci anni fa ha dato l’addio alle scene, ma non ha mai abdicato al suo ruolo di intellettuale raffinato, artista schivo e musicista d’eccezione: domani, 21 settembre, compie 70 anni

  • 1
  • 1