Sean Penn, padre bugiardo raccontato dalla figlia

74. Festival di Cannes

In «Flag Day», il film che ha diretto e che ha interpretato insieme ai figli Dylan e Hopper

 Sean Penn, padre bugiardo raccontato dalla figlia
Sean Penn e (alla sua sinistra) la figlia Dylan ieri a Cannes. EPA/IAN LANGSDON

Sean Penn, padre bugiardo raccontato dalla figlia

Sean Penn e (alla sua sinistra) la figlia Dylan ieri a Cannes. EPA/IAN LANGSDON

 Sean Penn, padre bugiardo raccontato dalla figlia

Sean Penn, padre bugiardo raccontato dalla figlia

«All’inizio non sapevo se in questo progetto avrei fatto solo il regista o solo l’attore, o entrambe le cose. I produttori presero così contatto con Alejandro Gonzalez Inarritu nel caso avessi deciso di fare solo l’attore. Mi sono però quasi subito deciso per la regia, ma un mese e mezzo prima dell’inizio delle riprese non sapevo ancora chi sarebbe stato il protagonista. Nei miei film precedenti avevo sempre evitato di cumulare questi due ruoli molto impegnativi e diversi tra loro. Così ho inviato il copione a Matt Damon che è stato così gentile da leggerlo subito. Quando mi ha richiamato non mi ha detto se sarebbe stato disposto a girare il film ma mi ha semplicemente detto: “Non sarai mica così stupido da voler rinunciare a interpretare questo incredibile personaggio di padre al fianco dei...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1