«Su Amundsen resta molto da scoprire»

L’intervista/ Monica Kristensen

Ospite a ChiassoLetteraria la scrittrice ed esploratrice polare parla del suo ultimo libro

 «Su Amundsen resta molto da scoprire»
Monica Kristensen, glaciologa ed esploratrice, ha partecipato a trenta missioni polari. Nel 2007 è diventata famosa come giallista con una serie di libri ambientati alle Svalbard.

«Su Amundsen resta molto da scoprire»

Monica Kristensen, glaciologa ed esploratrice, ha partecipato a trenta missioni polari. Nel 2007 è diventata famosa come giallista con una serie di libri ambientati alle Svalbard.

La spedizione di Umberto Nobile, l’ingegnere ed esploratore che per primo raggiunse il Polo Nord nel 1928, con il dirigibile Italia precipitandovi poi con i compagni di volo, fa parte della storia delle conquiste e dei fallimenti dell’intera umanità. Dei sedici membri che componevano l’equipaggio, solo nove sopravvissero: per ricuperarli fu messa in campo un’operazione di soccorso che coinvolse sette nazioni e un dispiego di mezzi senza precedenti. La storia dei quarantotto giorni che seguirono, raccontata in molti libri e in un film famoso, La tenda rossa, con Sean Connery e Peter Finch, viene ora ripresa da Monica Kristensen, a sua volta esploratrice polare e glaciologa norvegese, diventata famosa per una serie di gialli ambientati alle Svalbard. L’avevamo intervistata già una volta in occasione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1