Ubriachi persi per ritrovare gusto nella vita

Grande schermo

I protagonisti di «Drunk - Un altro giro» di Thomas Vinterberg, vincitore di un Oscar

 Ubriachi persi per ritrovare gusto nella vita
Mads Mikkelsen in un momento di «Drunk». © PATHÈ FILMS

Ubriachi persi per ritrovare gusto nella vita

Mads Mikkelsen in un momento di «Drunk». © PATHÈ FILMS

 Ubriachi persi per ritrovare gusto nella vita

Ubriachi persi per ritrovare gusto nella vita

Con Drunk - Un altro giro (Another Round), recente vincitore dell’Oscar per la miglior produzione internazionale, il regista danese Thomas Vinterberg ci offre un nuovo magnifico capitolo della sua personale esplorazione della mentalità dei suoi connazionali, in grado di assumere come sempre tratti universali. Basti ricordare a questo proposito il suo conturbante Festen (1998), primo lungometraggio mai realizzato secondo i rigidi criteri del movimento Dogma 95, e i successivi Riunione di famiglia (2007) e Il sospetto (2012).

In questo caso Vinterberg si attacca nientemeno che alla «cultura dell’alcol» che in Danimarca è ancora più forte che altrove. Il suo ritratto di quattro insegnanti ultraquarantenni, che iniziano a bere sul posto di lavoro mettendo in pratica la teoria dello psicologo norvegese...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1