«Un mondo nuovo di umanesimo e libertà»

ChiassoLetteraria 2019

Il premio Nobel Wole Soyinka ha inaugurato la XIV edizione del festival culturale

 «Un mondo nuovo di umanesimo e libertà»
Soyinka ha appassionato il pubblico spaziando tra le difficoltà socio-politiche della sua Nigeria e il ruolo terapeutico della drammaturgia. (Foto Putzu)

«Un mondo nuovo di umanesimo e libertà»

Soyinka ha appassionato il pubblico spaziando tra le difficoltà socio-politiche della sua Nigeria e il ruolo terapeutico della drammaturgia. (Foto Putzu)

Un fascino magnetico carico di passione civile, una voce profonda che rapisce e incanta, un inglese puntuale ma accessibile da saggio professore di Harvard o di Cambridge (dove infatti ha insegnato a lungo), uno dei più grandi illuministi del nostro tempo, il primo africano Nobel per la Letteratura 1986, Wole Soyinka ha inaugurato ieri sera la XIV edizione di ChiassoLetteraria parlando,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1