Un pianoforte suonerà volando sopra Agno

CONCERTO

Sabato 1. febbraio si esibirà il compositore lariano Alessandro Martire

Un pianoforte suonerà volando sopra Agno
Note tra le nuvole.

Un pianoforte suonerà volando sopra Agno

Note tra le nuvole.

Del cielo sopra l’aeroporto di Agno di solito descriviamo le nubi, le dense nubi che minacciano la sopravvivenza dello scalo. Sabato primo febbraio, invece, dalle 12 alle 13, al centro della scena ci sarà la musica, quella di un pianoforte che suonerà volando a bordo di un piccolo aereo Pilatus PC 12. A far danzare le sue mani sui tasti sarà il giovane compositore di Como Alessandro Martire, che presenterà il suo nuovo album «Share the world», «condividi il mondo». Ad invitarlo il Club ST.X., una realtà che offre voli privati da Lugano verso varie destinazioni. La presidente Raffaela Meledandri racconta come la passione di Martire per il viaggio sia stata un carburante per l’organizzazione di questo concerto. Passione per il viaggio e per le esibizionI in luoghi fuori dal comune. A marzo, per intenderci, Martire suonerà nel deserto dell’Oman. Sul Pilatus di Agno porterà un pianoforte di ottanta centimetri e si esibirà per una ventina di minuti, per poi atterrare e suonare ancora per un po’ all’aperto, sulla pista, per una trentina d’invitati. Il concerto, ci spiegano gli organizzatori, si potrà comunque ascoltare dal bar dell’aeroporto.

Dalle onde alle nuvole
Lo stile di Martire, classe 1992, non può essere fissato in uno schema preciso: muovendosi tra musica classica contemporanea, pop, minimalista, crossover e altri generi, l’artista crea melodie innovative e personali. Da quando ha quindici anni, Martire si esibisce nei più prestigiosi teatri del mondo e in tour internazionali come il «Flames of Joy World Tour 2.0 and 3.0», che ha fatto il tutto esaurito in Russia, nel sud-est asiatico e in Giappone. La scorsa estate invece, per la prima edizione del festival «The floating moving concerts», ha suonato sulle acque del suo lago di Como, a Cernobbio, grazie a una piattaforma galleggiante. Il compositore ha anche fondato, nel 2015, la «Infinity Sound», un’organizzazione che promuove progetti sociali e culturali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Red. Lugano
Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1