Una bella da capogiro che fa impazzire Olten

La recensione

Alla Casa della letteratura della Svizzera italiana la presentazione del nuovo romanzo di Pedro Lenz

Una bella da capogiro che fa impazzire Olten
Pedro Lenz ambienta ancora una volta con maestria una storia sottile tra banali quotidianità e slanci lirico-filosofici nella profonda provincia svizzerotedesca. (Foto Patricia Von Ah)

Una bella da capogiro che fa impazzire Olten

Pedro Lenz ambienta ancora una volta con maestria una storia sottile tra banali quotidianità e slanci lirico-filosofici nella profonda provincia svizzerotedesca. (Foto Patricia Von Ah)

C’è una bella da capogiro e tre uomini che le muoiono dietro. Porta il nome vezzoso di «Fanny», diminutivo di Françoise (la «schöni Fanny», per la precisione), appellativo più da parrucchiera per signora che da «femme fatale». D’altra parte mica siamo a Parigi, ma a Olten, canton Soletta, profonda Svizzera, forse lo snodo ferroviario più conosciuto dai ticinesi. Qui è ambientato l’ultimo irresistibile romanzo di Pedro Lenz, fenomeno letterario rossocrociato capace di mettere d’accordo tutti: pubblico e critica, come si direbbe di un cinema, perché in grado di soddisfare ogni palato, quello dell’intellighenzia elvetica e quello del popolo. Lo attestano i numerosi premi che ha ricevuto.

Sarà che, prima della penna, il nostro impugnava punta e mazzotto. Lenz oggi fa l’opinionista per la Neue Zürcher...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Ogni giorno una o due pillole di note classiche

    Iniziative

    L’associazione Musica nel Mendrisiotto e l’Orchestra della Svizzera italiana propongono quotidianamente sui canali social video-esibizioni per il pubblico da casa – In agenda anche un concerto in streaming

  • 2

    Un tempo per lottare e un tempo per cantare

    La riflessione

    In un’epoca in cui tutto corre veloce, in cui si vorrebbe che ogni cosa si consumasse in un istante, è necessario recuperare un pudico senso della gestione delle cose, evitando atteggiamenti e azioni fuori luogo

  • 3

    Il tempo stringe per i festival musicali

    coronavirus

    I grandi appuntamenti come il Paléo di Nyon e il Montreux Jazz attendono con impazienza una decisione del Consiglio federale per capire come muoversi in un’estate inevitabilmente condizionata dall’epidemia

  • 4

    Il River Plate, storia di una passione a forma di pallone

    CALCIO E TELEVISIONE

    In questo periodo di assenza forzata dello sport giocato, ripercorriamo i successi più epici del club argentino attraverso il docu-film di Netflix - Fra calciatori diventati miti ed allenatori fuori dagli schemi, e una tifoseria da brividi

  • 5

    Il country piange John Prine

    Musica

    Morto a Nashville a 73 anni per le conseguenze del coronavirus uno dei personaggi più popolari della scena statunitense che ispirò Bob Dylan e Johnny Cash

  • 1
  • 1