La recensione

Una bella da capogiro che fa impazzire Olten

Alla Casa della letteratura della Svizzera italiana la presentazione del nuovo romanzo di Pedro Lenz

Una bella da capogiro che fa impazzire Olten
Pedro Lenz ambienta ancora una volta con maestria una storia sottile tra banali quotidianità e slanci lirico-filosofici nella profonda provincia svizzerotedesca. (Foto Patricia Von Ah)

Una bella da capogiro che fa impazzire Olten

Pedro Lenz ambienta ancora una volta con maestria una storia sottile tra banali quotidianità e slanci lirico-filosofici nella profonda provincia svizzerotedesca. (Foto Patricia Von Ah)

C’è una bella da capogiro e tre uomini che le muoiono dietro. Porta il nome vezzoso di «Fanny», diminutivo di Françoise (la «schöni Fanny», per la precisione), appellativo più da parrucchiera per signora che da «femme fatale». D’altra parte mica siamo a Parigi, ma a Olten, canton Soletta, profonda Svizzera, forse lo snodo ferroviario più conosciuto dai ticinesi. Qui è ambientato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1