Cinema

Addio a Bibi Andersson, il sorriso di Bergman

L’attrice svedese si è spenta all’età di 83 anni

Addio a Bibi Andersson, il sorriso di Bergman
Bibi Andersson con George Peppard nel 1978. (Foto Keystone)

Addio a Bibi Andersson, il sorriso di Bergman

Bibi Andersson con George Peppard nel 1978. (Foto Keystone)

Si è spenta domenica all’età di 83 anni l’attrice svedese Bibi Andersson. Fu una delle muse di Ingmar Bergman, con cui nel corso di quarant’anni, girò ben 8 capolavori da «Il posto delle fragole» a «Persona», da «Passione» fino a «Scene da un matrimonio» del 1973. Nel 1958 vinse il premio per l’interpretazione al festival di Cannes con «Alle soglie della vita» e nel 1963 conquistò l’Orso d’oro come miglior attrice a Berlino per «L’amante» diretta da Vilgot Sjoman. Lavorò a Hollywood - anche con John Huston in «Lettera al Kremlino», con Robert Altman in «Quintet», e nel corale «Airport ‘70» - e in Italia, fra gli altri con Sordi in «Scusi, lei è favorevole o contrario?». Nel 2009 era stata colpita da un terribile ictus che l’aveva costretta al silenzio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cultura e Spettacoli
  • 1