Rassegne

I Bellinzona Beatles Days ricordano la «Summer of ‘69»

Presentata la kermesse in programma dal 18 al 20 luglio e che avrà quali principali stelle la coppia Vandelli-Shapiro e la Magical Mystery Orchestra

 I Bellinzona Beatles Days ricordano la «Summer of ‘69»

I Bellinzona Beatles Days ricordano la «Summer of ‘69»

Avrà quale tema la leggendaria «Summer of ‘69» la XIX edizione dei Bellinzona Beatles Days, in programma da giovedì 18 a sabato 20 luglio in piazza del Sole. «Un’estate che è stata il culmine di quella straordinaria stagione che sono stati gli anni Sessanta: un decennio di sogni, utopie, innovazioni, lotte nonché di grande musica che ha rivoluzionato il Novecento e i cui effetti si fanno sentire ancora oggi», hanno spiegato ieri in conferenza stampa gli organizzatori della Fondazione del Patriziato. I quali, per celebrare e rievocare quel magico periodo caratterizzato dal primo sbarco dell’uomo sulla Luna, dai festival di Woodstock e dell’Isola di Wight e da altri epocali eventi, hanno scelto due artisti che quei momenti li hanno vissuti da protagonisti: Shel Shapiro e Maurizio Vandelli.

Maurizio Vandelli e Shel Shapiro: dopo 50 anni di rivalità artistica, saliranno assieme sul palco dei Bellinzona Beatles Days (Foto Oliviero Toscani)
Maurizio Vandelli e Shel Shapiro: dopo 50 anni di rivalità artistica, saliranno assieme sul palco dei Bellinzona Beatles Days (Foto Oliviero Toscani)

Ex leader dei due gruppi-faro del beat italiano (i Rokes e l’Equipe 84 protagonisti di una rivalità che, in piccolo, ricordava quella tra Beatles e Rolling Stones) Vandelli e Shapiro proporranno infatti sabato 20 luglio uno show significativamente intitolato Love & Peace, nel quale faranno rivivere i momenti salienti di quell’epoca attraverso i loro successi, racconti e gli hit internazionali più significativi di quel dorato decennio. Inoltre, visto l’estate del 1969 è stata anche quella in cui i Beatles pubblicarono il loro ultimo “vero” disco, Abbey Road, gli organizzatori hanno anche pensato ad uno spettacolo «in grado di presentarlo al pubblico così come fu pensato dai Fab Four ma mai eseguito a causa del loro scioglimento: ovvero con una mescolanza di suoni orchestrali ed elettrici». Protagonista di questa operazione sarà l’italiana Magical Mystery Orchestra, un complesso classico-moderno di una ventina di elementi capace di ricreare quei suoni e quelle atmosfere che cinquant’anni fa conquistarono il mondo.

La Magical Mystery Orchestra proporrà ai BBD la versione integrale degli album «Abbey Road» e «Let it Be» dei Beatles.
La Magical Mystery Orchestra proporrà ai BBD la versione integrale degli album «Abbey Road» e «Let it Be» dei Beatles.

Se la Magical Mystery Orchestra (venerdì 19)e la coppia Shel Shapiro-Maurizio Vandelli, saranno le «vedette» dei Beatles Days 2019, nella tre giorni bellinzonese non mancheranno anche altri ospiti. La kermesse prenderà infatti il già giovedì 18 al Bar Viale (ore 20.30) con le ritmiche Sixties del quintetto meneghino Mary & The Quants. Venerdì 19, inoltre, la serata beatlesiana sarà introdotta da Rolando Giambelli e dagli Instant Karma con un’originale rilettura del repertorio di John Lennon. Sabato 20 ad aprire il Love & Peace show sarà invece il giovane cantautore ticinese TH3O reduce dalla finale (tre giorni prima in Bielorussia) della prestigiosa rassegna canora Slaviansky Bazaar cui prenderà parte in rappresentanza della Svizzera.

L’ingresso alle serate di giovedì e venerdì sera dei Beatles Days è gratuito. Per il concerto di Vandelli & Shapiro il biglietto d’ingresso sarà di frs 30 (23 in prevendita su www.biglietteria.ch e negli uffici dell’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino). Info: www.beatlesdays.ch

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cultura e Spettacoli
  • 1