L’intervista/ Paolo Miorandi

Il vagabondaggio infinito di Robert Walser

Uno psicoterapeuta italiano ripercorre gli arabeschi del poeta e scrittore svizzero

Il vagabondaggio infinito di Robert Walser
Incompreso. Robert Walser (Bienne, 1878 - Herisau, 1956) passò gli ultimi trent’anni della sua vita tormentata in una casa di cura.

Il vagabondaggio infinito di Robert Walser

Incompreso. Robert Walser (Bienne, 1878 - Herisau, 1956) passò gli ultimi trent’anni della sua vita tormentata in una casa di cura.

Nel primo pomeriggio del giorno di Natale del 1956, il corpo senza vita del poeta e scrittore Robert Walser, fu trovato senza vita a causa di un malore a Herisau (dove era ospite dal 1933 del locale istituto psichiatrico), lungo un sentiero di montagna. Ora in un libro che esplora la figura dell’uomo e dello scrittore, «Verso il bianco. Diario di viaggio sulle orme di Robert Walser»...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cultura e Spettacoli
  • 1