Lana Del Rey, notturna e malinconica

Venerdì sera sul palco di Moon and Stars a Locarno

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica
La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

Lana Del Rey, notturna e malinconica

La serata di Lana Del Rey e Aloe Blacc.

LOCARNO - Aria da bella e dannata in versione patinata. Voce che è un sussurro su atmosfere musicali molto cinematografiche. È Lana Del Rey, al secolo Elizabeth Woolridge Grant, la protagonista del quinto appuntamento con Moon and Stars 2016, andato in scena ieri sera in Piazza Grande a Locarno. È in giro da una decina d'anni questa 31.enne newyorkese dalla passione per i nomi d'arte (ne ha cambiati diversi nella sua carriera) e dalle idee piuttosto chiare su come emergere nel marasma musicale (e costruirsi un'immagine da tormentata fatalona che per alcuni è vintage. Appena passate le 19 ecco la corsa dei fan che hanno aspettato per parecchie ore per potersi piazzare nelle prime file. A conti fatti potevano prendersela anche un po' più comoda perché il resto del pubblico ci mette un po' ad arrivare. Ma al cuore e all'entusiasmo non si comanda.

Alle 20.30 l'apertura è di Aloe Blacc, statunitense anche lui e in bilico fra pop, soul e affini. «Siamo qui per celebrare la vita. - dice appena lui e i suoi salgono sul palco - Ma prima vi chiedo un momento di silenzio per le vite che si sono spente a Nizza».  Poi si comincia. Un piacevole show, dalle atmosfere di cui sopra.

La piazza intanto si è riempita e parecchio. A occhio siamo attorno ai livelli di Tom Jones la sera prima, un bel pubblico quindi. La folla scandisce «La-na! La-na!» mentre si avvicinano le dieci. Ed eccola qui. Vestitino bianco, margherite fra i capelli, attacca con Cruel World. Lei lo chiama «sadcore» questo stile sognante, malinconico e notturno, dai testi spesso cupi. Un'aria di raffinata e studiata decadenza li circonda. Il pubblico è in visibilio e urla. La band che l'accompagna gestisce bene le atmosfere soffuse. Lei si muove con studiati movimenti lenti sul palco adornato da due alberelli. Cola e Blue Jeans: la sostanza non cambia e non cambierà molto neanche in seguito. Born to Die, uno dei suoi primi successoni. Prime file in delirio. Durante il concerto scenderà a salutarle. Poi Honeymoon, più in là Carmen, con la voce morbida e sibilante. E via così, fra gli applausi fino alla fine. Chi non è un fan sfegatato non distingue un brano dall'altro. Ma di sicuro Lana Del Rey da qualche anno ha trovato il personaggio che vuole interpretare con decisione. E che piace molto. Ai suoi fan.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cultura e Spettacoli