L’intervista/ Franco Zabagli

Quell’esordio dirompente del giovanissimo Pasolini

L’analisi del curatore della nuova edizione delle leggendarie «Poesie a Casarsa»

 Quell’esordio dirompente del giovanissimo Pasolini
Calciatore appassionato. Pier Paolo Pasolini (secondo accosciato da sinistra) a diciannove anni con la squadra di football del suo paese, il SAS Casarsa.

Quell’esordio dirompente del giovanissimo Pasolini

Calciatore appassionato. Pier Paolo Pasolini (secondo accosciato da sinistra) a diciannove anni con la squadra di football del suo paese, il SAS Casarsa.

«Fontana d’acqua del mio paese./Non c’è acqua più fresca che al mio paese./ Fontana di rustico amore»: sono gli splendidi versi di una delle poesie in lingua e in dialetto friulano contenute nel volumetto «Poesie a Casarsa» che nel 1942 un Pier Paolo Pasolini appena ventenne pubblicò a sue spese in 300 copie presso la Libreria Antiquaria Mario Landi di Bologna, e che ora tornano...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cultura e Spettacoli
  • 1