Bufera sulla carbonara con pomodoro e bacon: «Un incubo»

Curiosità

Pioggia di critiche sul web per la rivisitazione del classico della cucina italiana pubblicata dal New York Times

 Bufera sulla carbonara con pomodoro e bacon: «Un incubo»
©Screenshot NYT

Bufera sulla carbonara con pomodoro e bacon: «Un incubo»

©Screenshot NYT

I romani, si sa, hanno un umorismo innato. Quando c’è da scherzare, con il loro fare canzonatorio e la loro parlata, sono tra i più divertenti al mondo. Ma se c’è una cosa su cui proprio non si può neanche lontanamente pensare di ironizzare, quella è senza dubbio la cucina tipica: la carbonara nello specifico. Gli spaghetti (o rigatoni) alla carbonara sono sacri in Italia, specialmente nella Capitale, ed è comprensibile che la ricetta della «Smoky Tomato Carbonara» pubblicata nella sezione «Cooking» del «New York Times» abbia scatenato il putiferio sul web. Definita un «orrore», un «incubo» culinario, la ricetta newyorkese prevede l’aggiunta di pomodoro (la passata di pomodoro darebbe «un sapore brillante al piatto», secondo il quotidiano americano) e il bacon al posto del guanciale (che arricchirebbe la pietanza con una nota affumicata). Senza contare la sostituzione del pecorino romano con il parmigiano. «Chiamatela pasta, ma non carbonara», «è come giocare a calcio con una palla quadrata», «come potete essere così crudeli?» o «li mortacci vostri»: le pagine social del NYT sono immancabilmente finite nel mirino degli italiani. Se anche uno chef come Carlo Cracco finì nella bufera per l’aglio nell’amatriciana, il giornale statunitense avrebbe dovuto aspettarsi l’insurrezione via social network per il «vilipendio gastronomico» proposto. Citando i media della «Città eterna», da New York arriva una ricetta che «ha fatto gelare il sangue nelle vene a tutti i romani». Insomma, se è vero che la cucina diventa sempre più sperimentale e melting pot culturale, alcune classici è meglio non toccarli.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1