Da un relitto sommerso nuova luce sulla Magna Grecia

la scoperta

Un carico di ceramiche greche del VII secolo a.C destinato alla tavola degli aristocratici è stato recuperato a 780 metri di profondità nel Canale di Otranto

Da un relitto sommerso nuova luce sulla Magna Grecia

Da un relitto sommerso nuova luce sulla Magna Grecia

Un carico di ceramiche greche del VII secolo a.C destinato alla tavola degli aristocratici della Magna Grecia è stato recuperato dagli archeologi della Soprintendenza nazionale per il patrimonio culturale subacqueo a 780 metri di profondità nel Canale di Otranto dal relitto di una nave corinzia. Lo annuncia il ministro italiano della cultura Franceschini.

Una scoperta sensazionale, sottolinea all’agenzia ANSA la soprintendente Barbara Davidde perché getta nuova luce sugli albori del commercio tra Corinto e la Magna Grecia. Le operazioni sono del 2019 ed era la prima volta a questa profondità. La sorpresa è arrivata poi dallo studio dei reperti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1