Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

USA

L’ex presidente si stabilisce nella sua residenza in Florida da 160 milioni di dollari

 Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump
©YouTube

Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

©YouTube

 Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

 Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

 Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

 Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

Dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago: ecco la reggia di Trump

Dalle 132 stanze della Casa Bianca alle 128 di Mar-a-Lago, il resort in Florida dove Donald Trump ha deciso di stabilire la sua residenza. Per una reggia che ha abbandonato, dunque, se ne aprono le porte di un’altra, già pronta per offrire all’ex presidente e alla sua consorte Melania tutto il lusso a cui sono abituati.

Anche se non avrà lo stesso valore simbolico, Mar-a-Lago ha poco da invidiare alla Casa Bianca. Anzi, in quanto a sfarzo è sicuramente più vicina al gusto di Trump. La dimora che durante gli anni della sua presidenza è stata ribattezzata ‘Casa Bianca d’inverno’ fu acquistata dal magnate nel 1985. All’epoca pagò solo dieci milioni di dollari. Ma la proprietà da 20 ettari fu presto trasformata in un golf club e attualmente vale circa 160 milioni di dollari. Oltre alle 128 stanze, il club ha una sala da ballo di duemila metri quadrati, cinque campi da tennis e una piscina che si affaccia sul mare. E’ dotato anche di tre rifugi anti-bomba.

Costruito nel 1927 dall’ereditiera dei cereali Marjorie Merriweather Post, il resort di Mar-a-Lago occupa quasi l’intera superficie dell’isola di Palm Beach, detta anche ‘billionaire row’ perché è una striscia di sabbia abitata solo da miliardari. Mar-a-Lago è stata da sempre come un paese dei balocchi per i Trump, concepita per impressionare con decori che ricordano i sontuosi palazzi europei. Negli anni ha ospitato lussuose feste ed eventi, nonché capi di Stato e dignitari di tutto il mondo.

Prima che Trump diventasse presidente l’iscrizione al club costava 50 mila dollari, dopo la sua elezione la quota è schizzata a 200 mila dollari, alla quale si aggiunge un’altra quota annuale di 14 mila dollari. L’area destinata ai Trump tuttavia non occuperà l’intera superficie di Mar-a-Lago, ma sarà limitata a meno di 300 metri quadri, quindi più piccola dell’attico da tre piani nella Trump Tower sulla Fifth Avenue in cui Donald e Melania vivevano con il figlio Barron.

E’ stata la stessa Melania a supervisionare i lavori di ristrutturazione della nuova residenza. Tuttavia le modifiche non sono state apprezzate dal marito il quale, secondo indiscrezioni, sarebbe andato su tutte le furie al punto da chiedere di rifare tutto da capo. Non è neanche del tutto sicuro che i Trump potranno vivere in modo permanente a Mar-a-Lago. I vicini infatti non li vogliono e sono poco disposti ad abbandonare la loro tranquillità per il trambusto che un ex presidente porterebbe nella loro vita.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1