È svizzero il gallo cedrone più vecchio del mondo

Fauna

Ha poco meno di 11 anni, vive nel canton Svitto ed è stato identificato grazie agli escrementi

È svizzero il gallo cedrone più vecchio del mondo
© Shutterstock

È svizzero il gallo cedrone più vecchio del mondo

© Shutterstock

Il gallo cedrone più vecchio del mondo, di 10 anni e 9 mesi di età, vive nel canton Svitto. È stato identificato dalla Stazione ornitologica svizzera di Sempach (LU) grazie a suoi escrementi. Lo riferisce un comunicato odierno dello stesso istituto federale.

Finora il record di longevità per un gallo cedrone (Tetrao urogallus) era detenuto da un esemplare finlandese di dieci anni, ha detto a Keystone-ATS Livio Rey, portavoce dell’osservatorio ornitologico. Si valuta che in Svizzera vivano dalle 360 alle 470 coppie di questi uccelli.

Nell’ambito di un programma di monitoraggio della popolazione di urogalli, il canton Svitto e la stazione di Sempach dal 2009 hanno raccolto lo sterco di questi grandi uccelli. Da esso si può ottenere un’impronta genetica (DNA) che caratterizza ogni individuo. Così, un uccello già identificato nel 2009, e della probabile età di nove mesi, è stato di nuovo reperito in occasione dell’ultimo censimento del 2019.

«La raccolta degli escrementi è un metodo eccellente, soprattutto per un uccello così selvatico e timido quale il gallo cedrone», spiega nel comunicato odierno Pierre Mollet, esperto di questa specie presso l’osservatorio di Sempach. In tal modo gli animali non sono disturbati. Inoltre le informazioni genetiche permettono anche di dedurre la dimensione di una popolazione, e non è quindi più necessario osservare gli uccelli per contarli.

L’urogallo ha bisogno di boschi di conifere ben strutturati, con un sottobosco ricco di arbusti con bacche. Ha anche bisogno di zone tranquille, soprattutto durante il periodo nuziale e quando la femmina alleva i suoi piccoli (da aprile a giugno), così come durante la stagione fredda. Il record ora rilevato dimostra che questi uccelli possono vivere fino ad un’età molto avanzata se nel loro habitat esistono le giuste condizioni, conclude l’esperto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1