TURISMO

Ecco la guida per capire i turisti indiani o cinesi

HotellerieSuisse ha pubblicato una serie di brochure per comprendere meglio tradizioni e culture a noi spesso sconosciute - Un vero e proprio manuale di sopravvivenza per albergatori e uomini d’affari

Ecco la guida per capire i turisti indiani o cinesi
Turisti cinesi in visita a Bellinzona. (Fotogonnella)

Ecco la guida per capire i turisti indiani o cinesi

Turisti cinesi in visita a Bellinzona. (Fotogonnella)

Come ben sanno le persone che lavorano nel settore turistico, interagire con ospiti e clienti di altre culture non è sempre una passeggiata. Le esigenze, le aspettative e i modi di interpretare le situazioni possono differire tanto da creare disagio o dar luogo addirittura a veri e propri conflitti.

Per aiutare albergatori, ristoratori e uomini d’affari a districarsi meglio in questo dedalo di usi e costumi, HotellerieSuisse sta realizzando delle brochure informative disponibili gratuitamente sul proprio sito che in poche decine di pagine spiegano le caratteristiche principali della cultura in questione. Al momento gli opuscoli sono disponibili solo in inglese, tedesco e francese, e presentano le tradizioni cinesi, indiane, arabe del Golfo ed ebraiche (esclusivamente in tedesco).

Relazioni interpersonali, etichetta e aspettative
Tutte le brochure iniziano con una panoramica generale sul Paese (o i Paesi), e presentano in modo sintetico temi come religione, filosofia, classi sociali e famiglia. Non manca inoltre una serie di indicazioni riguardanti le relazioni interpersonali e l’etichetta nel mondo degli affari. Infine vengono offerte informazioni sulle attività privilegiate dai turisti, le loro modalità di viaggio, gli orari, le aspettative e le abitudini alimentari. In ogni guida ci sono poi diversi consigli su cosa aspettarsi dall’arrivo degli ospiti e su come (non) comportarsi con loro.

Ma perché chiacchierare con gli indiani?
Si potrebbe dire che uno dei punti forti delle brochure è proprio il loro carattere didattico, poiché le informazioni più pratiche sono sempre precedute da chiare spiegazioni. In questo modo il lettore può capire le motivazioni nascoste dietro a dei comportamenti apparentemente incomprensibili e riesce ad accettare più facilmente le differenze.

«I cinesi tengono molto a evitare i confronti, ed è per questo che si esprimono con modestia e contegno», viene spiegato. «A differenza dell’Occidente, nella cultura cinese prevale l’approccio indiretto, e andando diretti al punto si dà spesso luogo a malintesi. La prudenza è il modo migliore di conoscere l’altro e di inquadrare la discussione». Di conseguenza tra i consigli per gli uomini d’affari si possono poi leggere indicazioni come «rispettate l’ordine di presa di parola, parlate lentamente e non interrompete il vostro interlocutore» oppure «i cinesi si aspettano che le questioni più importanti vengano affrontate alla fine».

Per quanto riguarda gli indiani invece, l’approccio in ufficio e in albergo dev’essere molto diverso, poiché le relazioni personali sono particolarmente importanti per loro, ridono volentieri e hanno uno spiccato senso dell’umorismo. Quindi «il contatto personale con gli ospiti è fondamentale» e «mantenere buoni rapporti, basati sulla lealtà e la fiducia, è la chiave del successo».

Passando alle abitudini di viaggio, visto che nella cultura araba la famiglia ha un ruolo centrale, è bene sapere che i turisti dal Golfo viaggiano spesso e volentieri in gruppi composti da varie generazioni o con parenti anche lontani. Di conseguenza è utile mettere a disposizione spazi comuni in cui si possa riunire tutta la famiglia per evitare che stiano tutti in una sola stanza. Dato che le loro attese sono particolarmente elevate, «seguire le raccomandazioni personali inviate al momento della prenotazione - dove possibile - è un buon stratagemma per evitare problemi all’arrivo».

Albergatori e uomini d’affari, ma non solo
Queste informazioni non sono di certo del tutto nuove per chi lavora nel settore del turismo, ma sono comunque una buona occasione per imparare qualcosa in più. Infine, le guide offrono un ottimo punto di partenza anche per chi è semplicemente interessato a scoprire culture lontane.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Curiosità
  • 1