I consulenti che dovresti evitare: il latin lover

Assicurazione sicura

I consigli dell’esperto: concediti del tempo prima di firmare qualsiasi polizza

I consulenti che dovresti evitare: il latin lover
©Shutterstock

I consulenti che dovresti evitare: il latin lover

©Shutterstock

In questa rubrica parliamo dei tipi di consulenti assicurativi che potresti incontrare durante la tua vita e dai quali io, nei tuoi panni, starei alla larga. Non farò distinzione fra broker, consulenti, intermediari e assicuratori. Non importa con quale nome sei abituato a chiamare la persona alla quale ti rivolgi per le polizze assicurative della tua famiglia, dall’auto alla cassa malati, fino alla polizza vita. Questa guida vale per tutte le assicurazioni, ma per comodità farò degli esempi su quella più «famosa»: la cassa malati. Nella terza puntata parliamo del «latin lover».

Arriva a casa tua bello come il sole, in giacca e cravatta, sfoggiando un sorriso smagliante. Ti fa i complimenti (per la casa, per il cane, per il bambino) e non si risparmia nella conversazione. Quando ha capito di essere entrato nelle tue grazie fa qualche conto sbrigativo, ti spiega in due parole il prodotto che vuole rifilarti ed apre la borsa. Quasi non te ne accorgi e lui è già pronto per concludere: contratti sul tavolo e penna in mano. Ma non è così che dovrebbe essere nell’amore, figuriamoci sul lavoro.

Attento: se ti vuole rifilare una polizza già al primo incontro, significa che non hai di fronte un professionista! Un consulente che lavora in maniera professionale nell’interesse del cliente procede in questo modo: analizza i tuoi bisogni, torna in ufficio, studia attentamente la tua situazione e cerca un prodotto adatto, te lo spiega in maniera esaustiva e poi, se ne hai bisogno, ti lascia tutto il tempo necessario per prendere una decisione. La persona che è entrata da 15 minuti in casa tua e ti sta già pressando per farti firmare qualcosa, generalmente è interessata solo ed esclusivamente alla propria provvigione e tenderà a sparire dai radar non appena avrà ottenuto ciò che vuole. Resterai solo, con le fatture in mano e probabilmente con più problemi di prima.

Un consiglio: concediti del tempo prima di firmare qualsiasi polizza, perché in alcuni casi si tratta di decisioni che influenzeranno la tua vita per decine di anni (è il caso, ad esempio, del terzo pilastro), o peggio, ti precluderanno l’accesso alle cure (mancate coperture in cassa malati).

Quindi: la fretta di farti firmare non è un buon segno e se ti fa pressione per concludere subito, quello che hai davanti non è un buon consulente. Via!

Nelle puntate precedenti: «Il centralinista», «Il laureato all’università della vita». Per scoprire subito gli identikit dei consulenti da evitare, clicca qui.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1