I sei finalisti della Swiss Culinary Cup

cucina

Il 14 ottobre alla Scuola professionale di Baden si cucinerà per la vittoria

I sei finalisti della Swiss Culinary Cup
Da sinistra Niklas Schneider, Noah Bachofen, Ambar Mechan Dominguez, Nicolas Boventi, Benjamin Anderegg, Ivan Capo

I sei finalisti della Swiss Culinary Cup

Da sinistra Niklas Schneider, Noah Bachofen, Ambar Mechan Dominguez, Nicolas Boventi, Benjamin Anderegg, Ivan Capo

Il 14 ottobre alla Scuola professionale di Baden si cucinerà per la vittoria. Il motto di quest’anno è dedicato ai 100 anni della Società svizzera dei cuochi «Futuro grazie alla tradizione».

Nel 1920 è stata fondata la Società svizzera dei cuochi. All’epoca i grandi chef creavano piatti che ancora oggi sono famosi in tutto il mondo. All’insegna del motto «Futuro grazie alla tradizione», i finalisti creeranno un piatto principale e un dessert basandosi su ingredienti classici, carré d’agnello «Richelieu» o spalla di vitello «à la financière» per il piatto principale e «Pêche Melba» o «Poire belle Hélène» per il dessert. I seguenti sei candidati, con esperienze diverse e ottime idee, applicheranno queste direttive per la Swiss Culinary Cup 2020.

I finalisti

Benjamin Anderegg, 23.enne di Basilea, ha iniziato la sua carriera con l’apprendistato presso Tanja Grandits, ora è Chef de partie nel team di cucina di Silvio Germann del ristorante Igniv Grand Resort Bad Ragaz/SG.

Noah Bachofen era uno dei finalisti dell’anno scorso. Il venticinquenne glaronese lavora attualmente come Sous-chef nel ristorante Magdalena, di recente apertura, con Dominik Hartmann a Rickenbach, Svitto. L’anno scorso Noah Bachofen è arrivato quarto alla SCC.

Nicolas Boventi è un candidato della Svizzera romanda. Il 23.enne ginevrino lavora attualmente sotto la direzione di Alain Brunier nel ristorante Vieux Bois dell’Ecole Hôtelière di Ginevra.

Ivan Capo, italiano di nascita, dal 2016 vive in Svizzera. Attualmente lavora come Chef de partie con Heiko Nieder al «The Restaurant» Dolder Grand Hotel di Zurigo.

Ambar Mechan Dominguez lavora come Chef de partie per Domingo S. Domingo nel ristorante Mille Sens di Berna. La ventiduenne è l’unica finalista donna di quest’anno.

Niklas Schneider ha esperienza nei concorsi culinari, per la prima volta alla Swiss Culinary Cup. Il ventiquattrenne ha partecipato, con la Nazionale Svizzera dei Cuochi, alle Olimpiadi di cucina a Stoccarda nel mese di febbraio. Dal 2018 è Sous-chef al ristorante «Krone» di Regensberg/ZH con Ale Mordasini.

Giuria di grandi esperti

La giuria, guidata dal presidente Werner Schuhmacher, decreterà il vincitore del 2020. Nella giuria anche Pascal Steffen, Restaurant Roots, Basilea, David Wälti, Casino Bern, Käthi Fässler, Hof Weissbad, Fabrizio Zanetti, Suvretta House, St. Moritz, Patrick Mahler, Restaurant Focus, Vitznau, Stefan Beer, Victoria Jungfrau Grand Hotel & Spa.

La finale

La finale avrà luogo mercoledì 14 ottobre, presso la Scuola professionale di Baden. La cerimonia di premiazione si svolgerà nella Trafohalle di Baden.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1