L’uomo più anziano del mondo è giapponese, ha 112 anni e un sorriso irrestistibile

Guinness

Si tratta di Chitetsu Watanabe, nato il 5 marzo del 1907 da una famiglia di agricoltori, trasferito poco più che adolescente a Taiwan, prima di ritornare a vivere stabilmente in Giappone

L’uomo più anziano del mondo è giapponese, ha 112 anni e un sorriso irrestistibile

L’uomo più anziano del mondo è giapponese, ha 112 anni e un sorriso irrestistibile

È giapponese ed ha 112 anni l’uomo più anziano al mondo riconosciuto ufficialmente dal Guinness dei primati. Si tratta di Chitetsu Watanabe, nato il 5 marzo del 1907 da una famiglia di agricoltori, trasferito poco più che adolescente a Taiwan, prima di ritornare a vivere stabilmente in Giappone, nella prefettura di Niigata.

Il record precedente

Il precedente record apparteneva ad un altro giapponese, Masazo Nonaka, residente in Hokkaido e deceduto all’età di 113 anni lo scorso mese. Il Paese del Sol Levante guida la classifica delle nazioni con il più alto tasso di longevità e la maggiore percentuale di ultracentenari in rapporto alla popolazione.

Anche tra le donne, il primato va a una giapponese

Anche la persona più longeva al mondo riconosciuta dal Guinness dei primati è da oltre un mese una donna giapponese: Kane Tanaka, di 117 anni, proveniente da Fukuoka, ha preso il posto di un’altra cittadina nipponica residente nella prefettura di Kanagawa, e scomparsa di recente, sempre all’età di 117 anni.

Prima di lei, un’italiana

Fino all’aprile del 2017, per quasi un anno, la donna più vecchia del mondo è stata l’italiana Emma Morano, di Verbania, sul lago Maggiore. La signora Morano, deceduta all’età di 117 anni, è stata l’ultima persona vivente nata prima del 1900 tra quelle di cui si avevano prove certe.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1