La mascherina manda in crisi il rossetto

Curiosità

In Francia le vendite del make-up per labbra continuano a scendere a causa dell’obbligo di indossare il dispositivo di protezione anche all’aperto

La mascherina manda in crisi il rossetto
©Shutterstock

La mascherina manda in crisi il rossetto

©Shutterstock

Le mascherine uccidono il mercato del «maquillage», in calo del 17% dall’inizio dell’anno. Ma a soffrire più di tutti sono le vendite di rossetto, che continuano a scendere in Francia a causa dell’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto.

Nei primi 8 mesi dell’anno, le vendite di cosmetici sono calate del 16,9% nel loro complesso, secondo l’istituto Nielsen. Fino all’inizio del lockdown, le vendite erano stabili ma tra marzo e maggio sono crollate del 53,4%. E nonostante la riapertura, il settore ha fatto registrare un ulteriore arretramento del 6,3% da maggio.

Per France Televisions, l’analista Mathilde Lion spiega che con la crisi non c’è voglia di festeggiare né di truccarsi, «le serate al ristorante sono rare, le uscite sono soltanto con poche persone, i matrimoni rinviati o annullati». I prodotti per il viso, come il fondotinta e le creme per il viso sono calate del 10% in queste ultime settimane in Francia.

Le vendite di rossetto, impossibile da utilizzare senza sporcare la mascherina che si indossa, è crollato addirittura del 75% durante il lockdown e da allora proseguono la discesa di un ulteriore 26,4%. All’estremo opposto, hanno ripreso vigore le vendite di trucco per gli occhi, che restano fuori dalla mascherini: mascara, ombretto e eye liner hanno fatto segnare uno 0,2% in più rispetto all’anno scorso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1