Anche gli animali
adorano gli alberelli

Il fatto

Lo zoo di Berlino ha organizzato il tradizionale «banchetto» natalizio (tardivo) dedicando alcuni piccoli abeti invenduti ai propri ospiti

Anche gli&nbsp;animali <br />adorano gli&nbsp;alberelli
I «quattro zampe» hanno apprezzato immensamente questo particolare evento dedicato al... riciclo

Anche gli animali
adorano gli alberelli

I «quattro zampe» hanno apprezzato immensamente questo particolare evento dedicato al... riciclo

La cena è servita. E c’è solo una voce sul menu: alberi di Natale! Elefanti e altri animali dello zoo di Berlino sono stati invitati a un banchetto natalizio (tardivo) composto da piccoli abeti invenduti. E, secondo quanto riportano i responsabili della struttura, gli ospiti hanno apprezzato immensamente questo particolare evento dedicato al... riciclo, una tradizione pensata per attirare pubblico. Quello che negli ultimi due anni è scarseggiato a causa della pandemia (guarda il video allegato a quest’articolo).

Loading the player...
Guarda il video — Gli animali dello zoo di Berlino adorano gli alberelli. Tanto da mangiarseli

Il direttore dello zoo, Andreas Knieriem, ha spiegato mercoledì all’agenzia Reuters che gli abeti sono come «caramelle» per gli animali: «I nostri animali sono molto entusiasti degli alberi di Natale, basta dare un’occhiata in giro. Ovviamente gli alberelli sono consegnati da fonti controllate. Sono senza decorazioni e non hanno ricevuto nessun tipo di trattamento, sono piccoli e non sono mai stati utilizzati. Sono, insomma, naturali al cento per cento. Contengono molti olii essenziali, aghi freschi. Sono come dei ‘dolci’ per gli animali».
«È la nostra piccola tradizione natalizia. O, meglio,... post-natalizia! —aggiunge la collega di Knieren e responsabile della comunicazione, Christiane Reiss— Tutti gli alberi di Natale che non sono arrivati nei salotti di Berlino sono dati in pasto agli animali. Abbiamo dei rivenditori con cui lavoriamo, i quali sanno che devono consegnarci alberi non trattati. Questo succede ogni anno due o tre giorni dopo Natale. I visitatori possono così vedere alberi di Natale apparire all’improvviso in parecchi recinti.... In ogni caso, ci tengo a precisare che non possiamo accettare donazioni di alberi. Non presentatevi alla nostra porta con il vostro albero di Natale. Come dicevo, si tratta di fornitori regolari che contattiamo ogni anno. E questo sì che è fantastico per gli animali!», esclama.

Ma non sono solo gli elefanti ad aver ricevuto un gustoso trattamento speciale: anche bisonti, renne e capre berbere hanno potuto mangiare, visibilmente deliziati dal loro dono di alberi di Natale freschi (e invenduti).
«Piace molto anche l’odore e sfruttano le piante anche per giocare. Hanno un odore diverso dal cibo normale che c’è di solito. Anche la forma è elettrizzante, perché di solito nel recinto non c’è mai qualcosa di così appuntito. Sì, provoca anche solletico alla lingua... Gli aghi, il sapore della resina,... è qualcosa di nuovo per loro. E anche per questo l’attività è molto popolare. Proprio un banchetto stuzzicante».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1