Sei scettico? Se fai il vaccino ti regalo marijuana e un fucile da caccia

Curiosità

Gli escamotage per convincere i residenti di diversi Stati americani ad aderire alla campagna di vaccinazione spaziano da buoni vacanze, alcol e cibo gratis, pick-up, borse di studio per il college e licenze di pesca

Sei scettico? Se fai il vaccino ti regalo marijuana e un fucile da caccia
© EPA/DIEGO AZUBEL

Sei scettico? Se fai il vaccino ti regalo marijuana e un fucile da caccia

© EPA/DIEGO AZUBEL

Suona come un escamotage. E in realtà lo è. Dopo un inizio a passo spedito, la campagna vaccinale negli States ha iniziato pian piano a rallentare la sua corsa, tant’è che per incoraggiare i cittadini a vaccinarsi diversi governi locali e imprese private si stanno inventando la qualunque. Anche se, in un futuro non troppo lontano, alcuni incentivi potrebbero causare un pericoloso effetto boomerang. Per intenderci, stiamo parlando dello stato di Washington (non Washington DC) e del West Virginia che, rispettivamente, hanno deciso di regalare uno spinello e un fucile da caccia personalizzato a tutti i residenti che non si sono ancora sottoposti all’inoculazione. Ma le iniziative di questi due Stati sono solo le ultime di una lunga serie di trovate, più o meno stravaganti, che continuano a dilagare negli USA.

© AP/Ted S. Warren
© AP/Ted S. Warren

«Joints for Jabs»
Lo stato di Washington, dicevamo. Ecco, la commissione per gli alcolici e la cannabis ha lanciato l’iniziativa «Joints for Jabs» per reclutare gli ultimi scettici allo scopo di farli aderire alla campagna vaccinale. Come? Semplice, i negozi che aderiranno all’iniziativa offriranno una canna a tutte le persone over 21 che potranno dimostrare di aver ricevuto la prima o la seconda dose di vaccino contro la COVID-19. Cifre alla mano, il 49% della popolazione ha già completato il ciclo di vaccinazione, mentre al 58% è stata somministrata almeno una dose del preparato. Ma la commissione dello stato di Washington si è già portata avanti e ha iniziato a regalare birra, cocktail e vino a tutti i vaccinati.

Lo stato del nord-ovest degli Stati Uniti non è l’unico ad aver messo in campo un’iniziativa simile. A febbraio anche un negozio del Michigan in Arizona, il «Greenhouse», aveva deciso di «premiare» chiunque si fosse sottoposto alla vaccinazione regalando appunto una canna. L’iniziativa è stata così apprezzata dalla popolazione che a maggio il negozio aveva regalato oltre 25 mila spinelli.

Soldi, pick-up e fucili da caccia
Le iniziative che riguardano la marijuana non sono gli unici stratagemmi per incoraggiare gli statunitensi a vaccinarsi. Anzi, gli incentivi spaziano da ricompense di denaro agli sconti nei birrifici, da ciambelle a hot dog a biglietti omaggio per accedere a musei ed eventi. Ad esempio, il Maryland ha promesso una ricompensa di 100 dollari a tutti gli impiegati pubblici vaccinati con entrambe le dosi, oltre a invitare le aziende a offrire incentivi ai propri dipendenti. Non stiamo parlando solo di piccole aziende, anche colossi come Amazon, McDonald’s, Petco e Lidl hanno seguito la stessa linea.

Concorsi a estrazioni in cui è possibile vincere borse di studio per alcuni college sono stati messi in campo a New York e in Ohio, mentre in Oregon e California si è puntato sulle «lotterie per i vaccinati» dove sono stati messi in palio premi fino a un milione di dollari.

Il West Virginia, uno degli Stati con la minore percentuale di popolazione ad aver completato il ciclo di vaccinazione, ha messo in palio licenze da caccia e pesca a vita, pick-up, fucili da caccia personalizzati e buoni vacanze presso i parchi divertimento dello Stato. Sempre nel West Virginia, a maggio il governo ha deciso di offrire ai giovani residenti un buono dal valore di 100 dollari a chi si fosse vaccinato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1