Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

italia

I colori italiani sopra Milano, Torino e Codogno nel tour che toccherà 21 città in 5 giorni per concludersi il 2 giugno sopra i Fori Imperiali a Roma - LE FOTO

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori
© EPA/MATTEO BAZZI

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

© EPA/MATTEO BAZZI

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori
© EPA/MATTEO BAZZI

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

© EPA/MATTEO BAZZI

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori
© AP/Luca Bruno

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

© AP/Luca Bruno

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori
Marco Alpozzi/LaPresse via AP

Tutti col naso all’insù per le Frecce Tricolori

Marco Alpozzi/LaPresse via AP

È tricolore il cielo sopra Codogno, tre mesi dopo il focolaio di coronavirus che ha colpito la cittadina lodigiana. Al via oggi da Rivolto (Udine), sede della Pattuglia acrobatica nazionale, il tour delle Frecce Tricolori toccherà 21 città in 5 giorni per concludersi il 2 giugno sopra i Fori Imperiali, orfani quest'anno della tradizionale parata militare nel giorno della Festa della Repubblica.

Proprio Codogno - luogo simbolo dell'emergenza - è stata la seconda tappa della prima giornata, dopo Trento: Milano, Torino ed Aosta le altre tre. «La nostra bandiera - ha twittato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini - è simbolo di unità: da oggi le Frecce Tricolori la disegneranno ogni giorno nel cielo italiano, sorvolando tutte le regioni. Sarà un grande abbraccio agli italiani che si chiuderà a Roma il 2 giugno per la Festa della Repubblica».

Il viaggio della Pan proseguirà domani con i sorvoli di Genova, Firenze, Perugia e L'Aquila: seguiranno, il 27, le isole, Cagliari e Palermo; il 28 toccherà al Sud con Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli, Campobasso; il 29 sarà la volta di Loreto (dove ha sede il santuario della Madonna protettrice dell'Arma Azzurra), Ancona, Bologna, Venezia e Trieste. Il 2 gran finale a Roma, dove, causa Covid, le celebrazioni si limiteranno alla deposizione di una corona di alloro presso l'Altare della Patria da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Oggi il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha assistito all'esibizione delle Frecce dalle terrazze del Duomo. Due i passaggi sula città, tra gli applausi delle centinaia di persone presenti in piazza. «Un messaggio positivo di fiducia ed unità», ha commentato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Applausi anche a Torino, con due passaggi sul Po e tanta gente con il naso all'insù. "Oggi le Frecce Tricolori ci hanno dimostrato che possiamo guardare tutti nella stessa direzione«», ha commentato la sindaca, Chiara Appendino, che ha assistito all'esibizione dal balcone di Palazzo Civico.

E dalla Lega arriva la richiesta al presidente Mattarella ed al ministro Guerini di aggiungere un'altra data al tour delle Frecce. «Questa iniziativa lodevole e commemorativa - hanno affermato i parlamentari Daniele Belotti e Simona Pergreffi - non può dimenticare le migliaia di vittime delle zone più martoriate dalla Covid-19 come Bergamo, Brescia, Cremona, Piacenza e Lodi, territori che hanno pagato più di altri in termini di vite umane. Un piccolo sforzo per concedere a chi ha perso tantissime persone care, familiari e amici, un momento simbolico in cui onorare la memoria di chi non c'è più».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 ansa
  • 2 Coronavirus
Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1