Un sorso di Ticino alla Giornata della birra svizzera

l’appuntamento

L’evento si terrà venerdì, principalmente online a causa del coronavirus: il birrificio San Martino di Stabio è la sola realtà del nostro territorio ad aver aderito – «La pandemia ha obbligato tutti noi a pensare ad attività alternative per celebrare i nostri prodotti» spiega il responsabile Markus Schild

Un sorso di Ticino alla Giornata della birra svizzera
© TagdesBieres.ch

Un sorso di Ticino alla Giornata della birra svizzera

© TagdesBieres.ch

C’è fermento tra i veri aficionados della birra: venerdì 30 aprile si apre ufficialmente la stagione e per inaugurarla, anche in tempo di coronavirus, non poteva mancare l’annuale «Giornata della birra svizzera».

Benché gli elvetici non siano tra i più grandi consumatori di birra (secondo le più recenti statistiche pubblicate dalla compagnia Kirin siamo «solo» al 34. posto nella classifica del consumo pro capite) non si può dire che in Svizzera non vi sia una passione del tutto particolare per la sua produzione. Con ben 1.200 birrifici registrati, il nostro Paese è infatti quello con la più alta densità di «birrifici pro capite» a livello mondiale: parliamo di un produttore ogni 7.223 abitanti circa.

L’obiettivo della Giornata è dunque, afferma la stessa Associazione svizzera delle birrerie (ASB) promotrice dell’evento, quello di «celebrare e far conoscere» questa incredibile cultura birraria e «l’universo poliedrico» della birra svizzera. Come l’anno scorso, la Giornata si terrà principalmente online, e i birrifici partecipanti hanno potuto dare libero sfogo alle proprie idee così da portare una serie di attività a tutti gli interessati. E tra chi propone concorsi e offerte speciali, spicca l’iniziativa particolare del birrificio San Martino di Stabio, l’unico produttore ticinese unitosi alla Giornata.

Promuovere e informare

«La pandemia ha obbligato tutti a pensare ad attività alternative per celebrare questa giornata», ci spiega Markus Schild, responsabile del birrificio San Martino, «e quest’anno noi abbiamo voluto optare per qualcosa di particolare e un po’ diverso rispetto a quanto organizzato dagli altri birrifici. Venerdì lanceremo sui social (Facebook e Instagram, ndr) un breve video nel quale il nostro mastro birraio Philip Engerisser e l’esperto e sommelier della birra Rolf Burkhard parleranno della cultura della birra in Ticino, passando poi alle sfide attuali e quelle future. È un modo per rivolgerci a chi già ci segue e a chi invece si è interessato in occasione della Giornata e non solo promuovere il nostro marchio, ma anche informare sulla cultura birraria nel cantone».

© BirrificioSanMartino
© BirrificioSanMartino

Le difficoltà del settore e l’e-commerce

«L’ultimo anno è stato difficile per tutti. Il settore ha sofferto molto la pandemia per la chiusura dei ristoranti e l’annullamento degli eventi», sottolinea Schild. «Noi, fortunatamente, siamo riusciti a limitare i danni grazie alle distribuzioni che effettuiamo tramite i grandi supermercati». E anche l’e-commerce ha aiutato: «A Stabio abbiamo la vendita diretta, ma non disponiamo di un nostro e-shop», continua Schild. «Da quando la Schützengarten (birrificio di San Gallo, ndr) ha comprato il birrificio San Martino, il commercio online viene gestito da loro: in questo modo possiamo contare anche su questo canale per raggiungere i nostri clienti. È un mezzo importante perché tutti gli ‘‘amici della birra’’ possano godere del prodotto».

Sei un futuro sommelier della birra?

Nel suo comunicato riguardante la Giornata della birra svizzera, l’ASB ha evidenziato una nuova tendenza degli ultimi anni, il diffondersi della richiesta di sommelier della birra. «Con l’aumento della varietà di birre», sottolinea l’ASB, «è cresciuta anche la necessità di una consulenza competente. La realizzazione di una formazione per diventare sommelier svizzero della birra è stata la logica conseguenza. Dal 2011 GastroSuisse, in stretta collaborazione con l’ASB, offre un corso di formazione che è possibile frequentare parallelamente all’attività professionale».

Che tra i già citati aficionados ci sia qualcuno disposto a fare il salto? Chissà, ma prima di immaginarci a redigere la carta delle birre o consigliare gli chef sugli abbinamenti, vale la pena seguire qui le tante attività che si terranno questo venerdì in occasione della Giornata della birra svizzera.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Curiosità
  • 1
  • 1