I gioielli di Sir Elton John

Recensione

Il cofanetto antologico da collezione con, fra gli altri, tre CD di inediti

I gioielli di Sir Elton John
Elton John vanta una una produzione che spazia dal symphonic rock al glam rock, passando dal pop rock fino all’hard rock. © Foto dal web

I gioielli di Sir Elton John

Elton John vanta una una produzione che spazia dal symphonic rock al glam rock, passando dal pop rock fino all’hard rock. © Foto dal web

Ecco i suoi gioielli! Elton John pubblica un cofanetto antologico che, finalmente, farà la gioia anche dei collezionisti incalliti. Questo Elton Jewel box allinea ben otto dischetti. Tre contengono materiale noto, ma non particolarmente celebre (le, cosiddette, «deep cuts», tracce meno conosciute degli album, e «And this is me», ovvero una sorta di colonna sonora dell’autobiografia dell’artista). Ma la spesa, peraltro contenuta nonostante la bellissima confezione, è giustificata da tre CD di inediti incisi tra il 1965 e il 1971, ovvero prima dell’esplosione a livello mondiale, mentre due dischi allineano le b – side dal 1976 al 2005, ovvero quelle escluse dalle ristampe in CD. Il perfetto regalo di Natale.

Elton John «Elton Jewel Box» (Universal)
Elton John «Elton Jewel Box» (Universal)

Recensione apparsa su ExtraSette n. 47, 2020

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Dischi
  • 1
  • 1