Zugo

Airopack: denuncia penale contro l’ex CEO

Il Consiglio d’amministrazione intende sporgere denuncia penale contro l’ex manager - Gli vengono rimproverate irregolarità nella contabilità

Airopack: denuncia penale contro l’ex CEO

Airopack: denuncia penale contro l’ex CEO

BAAR (ZG) - Il Consiglio d’amministrazione (CdA) di Airopack Technology Group, fabbricante di imballaggi con sede a Baar (nel canton Zugo) in moratoria concordataria, intende sporgere denuncia penale contro il vecchio management, in particolare contro l’ex presidente della direzione Quint Kelders e l’ex responsabile delle finanze Liebwin van Lil.

Un portavoce dell’impresa ha confermato all’agenzia AWP un’informazione dell’edizione odierna della «Finanz und Wirtschaft».

Alla vecchia dirigenza vengono rimproverate irregolarità nella contabilità, cosa che ha condotto al fallimento del previsto risanamento finanziario del gruppo. Tra l’altro il business plan comprendeva fatturati troppo elevati per il 2018 e previsioni esagerate.

A fine novembre Kelders, che fa parte della famiglia fondatrice, si è dimesso con effetto immediato da Ceo e a metà dicembre da membro del Cda, senza che venissero fornite motivazioni. Poco prima di Natale anche van Lil ha fatto sapere che avrebbe lasciato l’incarico, alla fine di gennaio.

Questa settimana si è appreso che Airopack ha chiesto la moratoria concordataria non essendo riuscita ad accordarsi con i creditori sul rifinanziamento dell’intero gruppo. Il tribunale cantonale di Zugo ha approvato la richiesta limitando la moratoria a due mesi. A metà gennaio l’azienda aveva reso noto che la società di revisione PwC aveva rilevato importanti lacune durante un esame della prassi contabile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Economia
  • 1