logo

Prezzi alla produzione e all'importazione: marzo contrastato

 
16
aprile
2018
09:26
Red. Online

NEUCHÂTEL - Andamento contrastato in marzo dell'indice dei prezzi alla produzione e all'importazione, che si è attestato a 102,3 punti. Su base mensile è diminuito dello 0,2%, mentre rispetto allo stesso mese dello scorso anno si è registrato un aumento del 2,0%, indica oggi l'Ufficio federale di statistica (UST).

Per quanto riguarda il dato sui soli prezzi alla produzione - che mostra l'evoluzione dei prodotti indigeni - si è assistito a un rincaro dell'1,1% su base annua, mentre rispetto a febbraio è rimasto invariato. In un mese sono aumentati in particolare i prezzi dei rottami di ferro, mentre sono diminuiti quelli dei prodotti petroliferi.

Il secondo sottoindice - quello dei prezzi all'importazione, che mostra l'evoluzione dei prodotti provenienti dall'estero - ha da parte sua fatto segnare un calo a livello mensile (-0,7%) e un aumento su base annua (+3,8%). Rispetto a febbraio sono in particolare calati i costi dei preparati farmaceutici e dei prodotti petroliferi. Prezzi in diminuzione anche per auto, moto e alluminio. Sono invece rincarati i frutti a semi e a nocciolo.

Prossimi Articoli

Per le Borse il vento è cambiato?

Gli scossoni che interessano i mercati azionari saranno al centro del dibattito questa sera a Index su TeleTicino

Pensionamento: la ricerca della giusta combinazione

Prelievo del capitale o rendita mensile? La decisione va ponderata con accuratezza e l’aiuto di specialisti - Per trovare la soluzione migliore per sé e la famiglia è però fondamentale affrontare la questione per tempo

Edizione del 21 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top