«Bioggio resta una delle due sedi principali e i dipendenti non saranno toccati»

Avaloq

La società leader nel software e servizi bancari è stata acquistata dalla multinazionale NEC Corporation di Tokyo per due miliardi di franchi - L’organico, il brand e il management non vengono toccati - Il CEO Hunziker: «Il Ticino tassello nella strategia di crescita internazionale»

«Bioggio resta una delle due sedi principali e i dipendenti non saranno toccati»
©CdT/Zocchetti

«Bioggio resta una delle due sedi principali e i dipendenti non saranno toccati»

©CdT/Zocchetti

Il gruppo svizzero Avaloq diventa giapponese ed entra nella famiglia della NEC Corporation (Nippon Electric Company), multinazionale specializzata nella tecnologia informatica con sede a Tokyo. Il gruppo nipponico, che tra l’altro appartiene a sua volta al conglomerato tecnologico Sumitomo Group, ha firmato un accordo per rilevare il 100% delle azioni Avaloq per un prezzo di 2,05 miliardi di franchi. L’operazione dovrebbe essere completata entro aprile 2021. «È un traguardo importante nella storia di crescita di Avaloq che dura dal 1985 - ha commentato soddisfatto il CEO della società elvetica Jürg Hunziker -. Il nostro business, principalmente nel settore bancario, sta andando bene. Ci siamo chiesti come continuare a creare valore nei prossimi anni per i nostri clienti, collaboratori e portatori...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1