BNS: le riserve di divise tornano ad aumentare

Politica monetaria

Dopo due mesi di flessione a fine dicembre si sono attestate a 944,5 miliardi di franchi, 22,8 miliardi in più rispetto a novembre

BNS: le riserve di divise tornano ad aumentare
© CdT/Gabriele Putzu

BNS: le riserve di divise tornano ad aumentare

© CdT/Gabriele Putzu

Le riserve di divise detenute dalla Banca nazionale svizzera (BNS) tornano ad aumentare, dopo due mesi di flessione: a fine dicembre si sono attestate a 944,5 miliardi di franchi, 22,8 miliardi in più rispetto a novembre.

L’insieme delle riserve (oro escluso) è passato da 935 a 958 miliardi di franchi, ha indicato oggi l’istituto sul suo sito internet.

Dalle tabelle non si può capire se la BNS sia intervenuta sul mercato per indebolire il franco e, se lo ha fatto, in quale misura. Spesso la ragione principale degli scarti è infatti da identificare negli sviluppi dei corsi delle divise. A fine dicembre l’euro era scambiato a 1,0339 franchi, contro 1,0434 di un mese prima. Nello stesso periodo di tempo il dollaro è passato da 0,9183 franchi a 0,9127 franchi.

Come noto la Banca nazionale considera tuttora elevata la valutazione del franco (lo ha ribadito nell’esame trimestrale della situazione economica e monetaria risalente allo scorso 16 dicembre) e da ormai sette anni persegue una politica di interessi negativi per cercare di contenere gli effetti negativi dovuti alla moneta forte.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2
  • 3

    Bitcoin in forte calo, in due mesi vale la metà

    investimenti

    Mercato delle criptovalute sotto forte pressione in tandem con i listini azionari e il comparto tecnologico - Pesano i timori sulle prossime mosse della Fed nonchè le tensioni geopolitiche, dal Kazakhstan alla Russia

  • 4

    Inflazione, i motivi dell’aumento e i numeri che più contano

    L’analisi

    Rimbalzo economico e strettoie nei rifornimenti hanno contribuito, ma c’entrano anche banche centrali e transizione energetica – I rincari nel mondo sono andati oltre e ora andrebbero frenati – Attenzione però ai dati: per un quadro completo occorrono le medie annuali

  • 5

    L’ex CEO di Raiffeisen Pierin Vincenz a processo da martedì

    Giustizia

    Sul banco degli accusati compariranno anche il consulente finanziario ed ex numero uno di Aduno Beat Stocker, 61 anni, e cinque coimputati - Vincenz e Stocker sono accusati di truffa per mestiere, appropriazione indebita, falsità in documenti, amministrazione infedele e corruzione passiva

  • 1
  • 1