Cambi, Berna nel mirino

Politica monetaria

Washington rimette la Svizzera nella lista dei Paesi monitorati per manipolazioni sulle valute, dalla quale era stata tolta in maggio - Ora ci sono maggiori rischi che i criteri per un intervento vengano soddisfatti - Luyet: «Aumentano le pressioni sulla Banca nazionale, che dovrà intervenire con maggiore prudenza»

 Cambi, Berna nel mirino
©CdT/Archivio

Cambi, Berna nel mirino

©CdT/Archivio

Gli Stati Uniti hanno rimesso la Svizzera sulla lista dei Paesi da monitorare in materia di manipolazione dei cambi, da dove era stata tolta nel maggio scorso, visto che il nostro Paese rischia di soddisfare i tre criteri necessari per essere presi di mira da Washington. Infatti nella lista dei Paesi sotto osservazione il Tesoro americano inserisce chi soddisfa almeno due dei tre...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2
  • 3

    UBS non convince la Borsa

    Banche

    Nel 2019 risultati deludenti, ma buona ripresa a fine anno - Forte afflusso di fondi in gestione - Forte perdita del titolo in Borsa - Ermotti: «È stato un esercizio impegnativo, ma il quarto trimestre è stato il migliore dal 2010. Il titolo non sale perché distribuiamo alti dividendi»

  • 4

    Trump contro gli ambientalisti: «Profeti di sventura»

    WEF

    Il presidente statunitense ha tenuto il suo discorso a Davos sottolineando il grande ritorno degli Usa e i «migliori accordi commerciali di sempre», poi placa i toni di chi mette in guardia sui cambiamenti climatici: «Non è il momento del pessimismo»

  • 5
  • 1
  • 1