«Coronavirus: in Cina la situazione è grave, ma forse in ripresa»

L’intervista

Secondo Cristiano Rizzi, imprenditore e consulente a Pechino, la paura blocca l’attività economica, ma il ritorno alla normalità potrebbe essere veloce

«Coronavirus: in Cina la situazione è grave, ma forse in ripresa»
Il centro di Pechino in questi giorni è praticamente deserto.  © EPA/WU HONG

«Coronavirus: in Cina la situazione è grave, ma forse in ripresa»

Il centro di Pechino in questi giorni è praticamente deserto.  © EPA/WU HONG

Abbiamo intervistato Cristiano Rizzi, avvocato, imprenditore e consulente a Pechino, che assiste aziende cinesi che investono in Europa, sulla situazione sociale ed economica nel Paese con la paura del coronavirus.

Lei in questo momento è a Pechino, dove vive da 12 anni. Qual è la situazione attuale della città, con la paura per l’epidemia di coronavirus?

«Se si gira per Pechino,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1