CSS vende a Zurich: 30 mila imprese passano di mano

Economia

Con l’operazione finanziaria il gruppo assicurativo cede al concorrente il comparto concernente le aziende

CSS vende a Zurich: 30 mila imprese passano di mano

CSS vende a Zurich: 30 mila imprese passano di mano

Il gruppo assicurativo CSS vende al concorrente Zurich il comparto concernente le aziende, che comprende un portafoglio di circa 30 mila piccole e medie imprese (PMI). Zurich manterrà le loro polizze alle stesse condizioni. Gli aspetti finanziari dell’operazione non sono stati resti noti.

CSS è convinta di aver trovato la migliore soluzione per i clienti e i collaboratori, si legge in un comunicato odierno. I contratti in questione concernono infortuni e assicurazioni collettive di indennità giornaliera in caso di malattia nel settore complementare. Non sono invece interessate dalla vendita l’assicurazione collettiva d’indennità giornaliera per malattie secondo la LAMal e i contratti quadro di aziende per l’assicurazione complementare di assicurati individuali.

«Con la transazione la CSS crea le premesse per concentrarsi in futuro sulla sua attività principale e portare avanti il posizionamento in veste di partner per la salute», prosegue la nota. Per Philomena Colatrella, Ceo di CSS, Zurich è un partner di comprovata competenza nell’assicurazione d’indennità giornaliera in caso di malattia e nell’assicurazione infortuni, in grado di assistere le aziende in maniera completa. Nel contempo gli attuali collaboratori degli affari aziendali presso CSS otterranno presso Zurich Svizzera una prospettiva professionale. Concretamente 68 di loro passeranno a Zurich alle medesime condizioni, mentre per altri 9 si cercherà una soluzione successiva.

Fondata nel 1899 e con sede a Lucerna, CSS è leader del mercato dell’assicurazione malattia di base, con 1,4 milioni di clienti. Complessivamente gli assicurati sono 1,7 milioni e il volume dei premi è pari a 6,5 miliardi di franchi. Ha in organico 2700 persone.

Da parte sua Zurich è un assicuratore multi-settoriale assai più grande, attivo tutto il mondo con 54 mila dipendenti. Creato nel 1872, nel 2018 ha realizzato un utile di 3,7 miliardi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1