Farmaceutica, un motore per l’economia cantonale

Studio

Secondo l’Istituto di ricerche economiche nel periodo fra il 2008 e il 2018 il valore aggiunto del settore è progredito del 5,3% l’anno – Per contro il comparto finanziario ha registrato una flessione pari al 3,7%

Farmaceutica, un motore per l’economia cantonale
La produzione di medicamenti è stata elevata nel cantone.  © cdt/archivio

Farmaceutica, un motore per l’economia cantonale

La produzione di medicamenti è stata elevata nel cantone.  © cdt/archivio

Fra i settori economici ticinesi, quello farmaceutico ha mostrato la maggior forza negli ultimi dieci anni. Infatti il valore aggiunto delle aziende del ramo è salito del 73% fra il 2008 e il 2018, ossia del 5,1% medio annuo (a circa 1,3 miliardi l’anno). Si tratta della percentuale maggiore in Ticino, ed è seguito da due settori del secondario, ossia i servizi di informazione e comunicazione e di assistenza sanitaria e sociale. In entrambi i casi vi è stato un aumento medio di circa il 3,5% annuo.

Banche in frenata

Colpisce per contro il cattivo andamento del settore finanziario, che ha subito un ridimensionamento nel periodo in rassegna di complessivi 66%, ossia il 3,7% l’anno, passando da 2,1 a 1,4 miliardi di franchi l’anno. È quanto emerge dallo studio «Le opportunità di espansione dell’economia...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1