Fca contiene l’impatto della pandemia, perdita netta di 1 miliardo

bilancio

I risultati e il flusso di cassa operativo sono in significativo miglioramento a giugno, sottolinea Fca nella nota sui conti del secondo trimestre

Fca contiene l’impatto della pandemia, perdita netta di 1 miliardo
AP Photo/Carlos Osorio

Fca contiene l’impatto della pandemia, perdita netta di 1 miliardo

AP Photo/Carlos Osorio

Fca contiene nel secondo trimestre l’impatto del Covid-19 con una perdita netta e perdita netta aggiustata entrambe a 1 miliardo di euro. L’Ebit aggiustato è negativo per 0,9 miliardi di euro. Il Nord America chiude il periodo in positivo.

I risultati e il flusso di cassa operativo sono in significativo miglioramento a giugno, sottolinea Fca nella nota sui conti del secondo trimestre.

«Il nostro secondo trimestre ha mostrato come le azioni decisive e il contributo straordinario delle nostre persone abbiano consentito a Fca di contenere l’impatto della crisi dovuta al Covid-19», ha commentato il CEO Mike Manley.

«Mentre l’azienda resta vigile sulla salute e sulla sicurezza dei propri dipendenti, i nostri stabilimenti sono ora operativi, la rete ha ripreso le vendite sia nelle sedi che online e abbiamo la flessibilità e la forza finanziaria per portare avanti i nostri piani».

Fca ha una liquidità disponibile di 17,5 miliardi di euro a fine giugno, che esclude la quota inutilizzata, pari a 4,5 miliardi di euro, della linea di credito da 6,3 miliardi di Intesa Sanpaolo.

Inoltre, a luglio è stato emesso un prestito obbligazionario multi-tranche per 3,5 miliardi di euro nell’ambito del Medium Term Note Programme, che sostituisce la linea di credito ponte di 3,5 miliardi di euro sindacata ad aprile.

«Non si prevede che l’indagine avviata dalla Commissione Europea possa causare ritardi nelle tempistiche» del matrimonio con Groupe Psa, aggiunge poi Fca nella nota sui conti. «La crisi del Covid-19 ha sottolineato ulteriormente la logica stringente della fusione. Il lavoro di entrambi i team per portare a termine la fusione è proseguito a ritmo sostenuto e prevediamo di raggiungere l’obiettivo di diventare un’unica società entro il primo trimestre 2021».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    Lavoro, le prospettive rimangono negative

    svizzera

    Lo segnala l’indicatore dell’occupazione calcolato dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) - Nell’industria nonché nel settore alberghiero e della ristorazione non ci sono stati miglioramenti e c’è da attendersi un ulteriore taglio di impieghi

  • 2
  • 3

    Apple torna ad essere l’azienda più ricca del mondo

    economia

    Alla chiusura delle contrattazioni la casa di Cupertino ha fatto registrare un valore di mercato pari 1.840 miliardi di dollari, contro i 1.760 miliardi del colosso petrolifero Saudi Aramco che era rimasto in cima al podio fin dal suo debutto sul mercato lo scorso anno

  • 4

    Affari, per Swiss Re il peggio è passato

    assicurazioni

    La pandemia ha fatto scivolare i conti in rosso, ma i segnali positivi che arrivano dalla dirigenza della compagnia di riassicurazione tranquillizzano gli investitori: «L’impatto del coronavirus sui nostri risultati è gestibile»

  • 5
  • 1
  • 1