Fiduciari sotto pressione, ma resistono alla pandemia

Ticino

Il settore deve confrontarsi con sfide impegnative, fra cui regolamentazione, digitalizzazione e fiscalità
Cristina Maderni: «La crisi ha colpito molte aziende, che si sono indebitate: bisognerà vedere come reagiranno»

Fiduciari sotto pressione, ma resistono alla pandemia
Il numero di associati è rimasto a 1.500, malgrado la crisi legata al virus.  ©CDT/Chiara Zocchetti

Fiduciari sotto pressione, ma resistono alla pandemia

Il numero di associati è rimasto a 1.500, malgrado la crisi legata al virus.  ©CDT/Chiara Zocchetti

La fine della situazione di emergenza che si intravede offre al tessuto economico ticinese speranze ed opportunità, ma anche motivi di incertezza ed esigenze di cambiamento. E’ questa la sintesi della relazione che Cristina Maderni, presidente della Federazione ticinese delle associazioni di fiduciari (FTAF), ha svolto in occasione della 29. Assemblea generale ordinaria svoltasi presso il Centro Studi di Villa Negroni, e dell’intervista concessaci a margine dell’evento. Cristina Maderni ha ricordato come la Federazione sia stata chiamata a collaborare con il Dipartimento delle finanze e dell’economia nello studio e nell’implementazione delle procedure per l’accesso al programma casi di rigore ed indennità per lavoro ridotto. Peraltro l’esperienza operativa dei fiduciari ha consentito di correggere...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2

    Finanze, la Svizzera torna alla normalità

    pandemia

    Fondamentale per affrontare l’emergenza sanitaria è stata la buona salute delle finanze del paese prima dello scoppio della crisi - La parola alla direttrice dell’Amministrazione federale delle finanze D’Amelio-Favez

  • 3

    Se un buon espresso rischia di costare caro

    a tavola

    Le quotazioni del caffè galoppano spinte sia dalla ripresa della domanda sia dalla minore offerta - Pesano le catastrofi climatiche e le strozzature della logistica - Secondo gli analisti tra pochi mesi lo scontrino al bar potrebbe diventare più salato

  • 4
  • 5

    Flussi finanziari dell’UE sotto stretta vigilanza

    Giustizia

    La neonata Procura europea (EPPO) con sede in Lussemburgo è diretta da Laura Codruta Kövesi e ha lo scopo di indagare su corruzione, frodi e riciclaggio di denaro nei Paesi membri - Tramite i suoi 22 procuratori nazionali monitora anche i fondi del Recovery

  • 1
  • 1