FMI: una ripresa globale più marcata ma con ampie differenze di velocità

focus

La contrazione nel 2020 è stata meno forte rispetto a quanto previsto e la risalita delle economie ora è più robusta Quest’anno i traini maggiori saranno Stati Uniti e Cina, l’Europa e molti Emergenti usciranno dalla crisi con un passo non così spedito

FMI: una ripresa globale più marcata ma con ampie differenze di velocità
© CdT/Gabriele Putzu

FMI: una ripresa globale più marcata ma con ampie differenze di velocità

© CdT/Gabriele Putzu

Il coronavirus ha causato nel 2020 una discesa dell’economia mondiale rilevante, ma un po’ meno ampia rispetto a quanto stimato in precedenza. La ripresa economica nel 2021 e nel 2022 sarà caratterizzata da velocità diverse tra loro nelle varie parti del mondo, ma sarà nel complesso più robusta rispetto a quanto previsto nei mesi scorsi. È quanto emerge dall’ultimo World Economic Outlook del Fondo monetario internazionale, che è stato presentato nei giorni scorsi e che dipinge un quadro che da un lato ha ancora molte incertezze e sfide ma che dall’altro registra spiragli per alcuni aspetti superiori alle attese.

Il quadro mondiale

Il Prodotto interno lordo reale a livello globale secondo l’FMI nel 2020 è calato del 3,3% e non del 3,5% come stimato in gennaio. Per il 2021 e il 2022 le previsioni...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1