Forte calo dell’export e dell’import svizzero

Commercio

Ad ottobre le esportazioni sono scese del 5,3% e le importazioni del 2,4% - Toccata soprattutto l’industria chimico-farmaceutica

 Forte calo dell’export e dell’import svizzero
©Shutterstock

Forte calo dell’export e dell’import svizzero

©Shutterstock

Forte calo dell’export e dell’import svizzero nel mese di ottobre: le esportazioni sono calate del 5,3% (a 19,3 miliardi) e le importazioni del 2,4% (a 17,0 miliardi), indica l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) in una nota odierna.

In termini reali risulta a parità di giorni lavorativi un -1,3% per l’export e un -2,4% per le importazioni. La bilancia commerciale ha registrato un’eccedenza di 2,4 miliardi di franchi (settembre: 3,0 miliardi).

In ottobre, il comparto maggiormente toccato dal calo delle vendite è stata l’industria chimico-farmaceutica, con un calo del 10,9% (pari a una contrazione di 1,2 miliardi). Da segnalare che nel mese precedente questo settore aveva fatto segnare una progressione del 19,2%.

In negativo anche il segmento gioielleria e bigiotteria (-7,6%). Positivo invece il settore delle macchine, con un +1,5%. Il leggera progressione anche l’export di orologi.

Per regione, sono calate soprattutto le vendite in Nordamerica: -22,6%. In calo, ma in maniera molto meno significativa, l’export verso l’Europa (-1,9%), in particolare a causa della riduzione delle esportazioni verso Francia e Austria.

L’export verso l’Asia è solo leggermente diminuito: -0,5%. Questo dato nasconde però realtà molto diverse: le vendite verso la Cina sono ad esempio salite del 16,4%, mentre quelle per il Giappone sono calate del 15,7%.

Quanto alle importazioni, hanno fatto segnare un calo soprattutto i segmenti gioielleria e bigiotteria (-10,5%), macchine (-3,3%) e veicoli (-3,7%). Per quanto riguarda i paesi di provenienza delle merci, il Nordamerica segna un -16,7%, l’Asia un -2,6% e l’Europa un -1,8%.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1