Il boom di start-up in Svizzera si protrae nel primo trimestre

economia

Da gennaio a marzo sono state registrate circa il 15% di aziende in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente - Per contro, il numero di fallimenti è tornato a salire anche a marzo

Il boom di start-up in Svizzera si protrae nel primo trimestre
© Shutterstock

Il boom di start-up in Svizzera si protrae nel primo trimestre

© Shutterstock

L’«ondata di start-up» in Svizzera è continuata nel primo trimestre del 2021. Da gennaio a marzo, sono state registrate circa il 15% di aziende in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per contro, il numero di fallimenti è tornato a salire anche a marzo.

Nel solo mese di marzo 2021, sono state registrate il 35% in più di nuove imprese rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, secondo un comunicato odierno della società di informazioni economiche Creditreform. Nell’arco di tutto il primo trimestre, il numero di nuove società è stato di 13.155 (+15,3%).

Se tale sviluppo continua, non si può escludere un aumento di ben oltre 50.000 nuove aziende per l’intero 2021, secondo Creditreform. Nel 2020 sono state fondate 46.840 nuove aziende.

D’altra parte nel primo trimestre di quest’anno 7.764 aziende sono state cancellate dal registro di commercio, il 2,1% in più rispetto all’anno precedente. Come risultato finale vi è stata una crescita netta di 5.391 aziende, il 41,5% in più rispetto allo stesso trimestre del 2020.

Ancora fallimenti aziendali in marzo

Per quanto riguarda i fallimenti di imprese, Creditreforme sottolinea che tra gennaio e marzo 2021 il numero di insolvenze è calato del 14% rispetto a un anno prima a 1216, ma nel solo mese di marzo è progredito dell’8,9% a 487 (447 nel marzo 2020).

Creditreform ritiene che i fallimenti probabilmente aumenteranno leggermente nei prossimi mesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    Economia a lavoro ridotto

    cantone

    Dopo l’estensione delle indennità decisa dal Consiglio federale ci si interroga sul post pandemia - La misura ha contenuto i licenziamenti ma cosa accadrà in futuro? - Pesenti: «Molto dipenderà dagli ordinativi» - Gargantini: «Non accetteremo ulteriori disdette»

  • 2

    Sorprende la forza della ripresa, gli operatori si riposizionano

    Mercati

    Con la riapertura dopo i lockdown diminuisce l’interesse per i titoli tecnologici mentre cresce per quelli industriali - Tavazzi: «A spingere i listini saranno ancora gli utili delle società, ma Zurigo salirà meno, visto che ha molti titoli difensivi»

  • 3

    Ticinesi interessati alle criptovalute

    Finanza

    In generale gli svizzeri sono al decimo posto al mondo fra i più incuriositi sul tema, in una classifica che vede al primo posto la Nigeria, seguita da Slovenia, Olanda e Cipro

  • 4
  • 5

    Il rally delle materie prime alimenta i timori d’inflazione

    congiuntura

    Grazie alla ripresa e ai piani di aiuto antipandemia, le quotazioni dei metalli e delle commodites salgono - Aumentano così le preoccupazioni riguardo al rincaro del livello generale dei prezzi, già sollecitato dagli stimoli monetari e fiscali

  • 1
  • 1