Il carovita si troverà presto sugli scaffali del supermercato?

consumi

A fronte dell’aumento dei prezzi di energia e materie prime in Italia Esselunga lancia una massiccia campagna per rassicurare i clienti - Lucibello (DISTI): «Una trovata pubblicitaria. Da noi non ci sono ancora i segni di rincari generalizzati»

Il carovita si troverà presto sugli scaffali del supermercato?
©cdt/chiara zocchetti

Il carovita si troverà presto sugli scaffali del supermercato?

©cdt/chiara zocchetti

I prezzi stanno salendo su tutti i fronti. Benzina, gas, elettricità, e ancora prima materie prime e trasporti. La narrativa dominante delle banche centrali è che si tratta di un fenomeno temporaneo legato agli strascichi della pandemia sui sistemi produttivi. Ma l’economia reale comincia a preoccuparsi e a prendere provvedimenti di fronte al rischio concreto che i costi più alti presto si riflettano in un carrello della spesa più caro.

Come ha fatto Esselunga, un gigante dei supermercati che in Italia controlla quasi il 10% del mercato. «Il carovita sale? Noi abbassiamo i prezzi», è lo slogan di una massiccia campagna pubblicitaria lanciata giovedì scorso, proprio a ridosso della stagione natalizia. Nelle righe piccole si legge: «In un momento come questo, in cui la tensione sul costo delle...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1