Il mercato dell’arte è pronto per la ripartenza

L’analisi

Dopo i blocchi causati dalla pandemia grandi attese da parte dei dealer per gli appuntamenti autunnali - La ripresa più veloce si è registrata nella fascia alta - A dare forza agli affari ora sono il web, le donne e i giovani

Il mercato dell’arte è pronto per la ripartenza
Per Frida Kahlo, «Diego y yo», messo in vendita da Sotheby’s, attesa una cifra record da 30 milioni di dollari. ©sotheby’s

Il mercato dell’arte è pronto per la ripartenza

Per Frida Kahlo, «Diego y yo», messo in vendita da Sotheby’s, attesa una cifra record da 30 milioni di dollari. ©sotheby’s

Durante la pandemia il mercato dell’arte ha saputo resistere alla crisi ed ora è pronto a ripartire. Non è stato facile per i galleristi, che nei mesi più duri del lockdown si sono trovati a dover cercare alternative online per mantenere i contatti con i collezionisti, accelerando un processo di digitalizzazione che fino a quel momento il settore non aveva mai affrontato. Hanno reagito meglio le case d’aste, che già utilizzavano il web per raggiungere la clientela globale e, trattando una tipologia di arte storicizzata già nota al pubblico, hanno avuto vita più semplice a spostare il loro business online. Adesso, dopo che i principali appuntamenti del mercato sono stati rimandati dalla primavera all’autunno, le aspettative dei dealer sono elevate, ma pare che l’appetito di opere d’arte dei...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1