Il presidente di UBS: «Non cerchiamo una sposa»

banche

Axel Weber smentisce le voci sull’avvio di una fusione con Credit Suisse o altri istituti di credito - Un’acquisizione non verrebbe avviata in una situazione così incerta

Il presidente di UBS: «Non cerchiamo una sposa»
©KEYSTONE/Georgios Kefalas

Il presidente di UBS: «Non cerchiamo una sposa»

©KEYSTONE/Georgios Kefalas

Il presidente del consiglio di amministrazione di UBS Axel Weber smentisce le voci che danno la più grande banca elvetica in procinto di avviare una fusione con Credit Suisse o con un altro istituto. «Non stiamo cercando una sposa», ha detto nel corso del programma televisivo «Bilanz Business Talk», di cui sono state diffuse anticipazioni.

UBS è attualmente impegnata a cambiare il suo presidente della direzione e ha dei compiti interni da svolgere, ha sostenuto il 63enne. «Un’acquisizione non verrebbe avviata in una situazione così incerta», ha aggiunto.

L’ex presidente della Bundesbank non ha però voluto rispondere a una domanda relativa a possibili suoi contatti diretti con Credit Suisse. «Su questo tema non rilascio dichiarazioni», ha detto.

A suo avviso le speculazioni su possibili acquisizioni di UBS - oltre che di Credit Suisse si era parlato della tedesca Deutsche Bank e dell’inglese Barclays - sono frutto di una sorta di ritardato «vuoto da notizie estivo» della stampa elvetica. Un consolidamento del settore è però «una necessità a medio e lungo termine», ha osservato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1